Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Benessere, disagio e dipendenze

Promuovere la salute e il benessere significa anche prevenire le situazioni di disagio. Se le persone stanno bene dove vivono, studiano e lavorano hanno anche meno probabilità di avere problemi di salute e/o di adottare comportamenti pericolosi per la salute.

Le indagini condotte tra i giovani in questi ultimi anni mostrano come l’abuso di sostanze psicoattive (alcol, tabacco, droghe) si accompagni spesso a situazioni di disagio familiare, scolastico e/o professionale e a un cattivo rapporto con il proprio corpo e con la propria sessualità.

Anche studi condotti nel contesto lavorativo mostrano come le persone che vivono situazioni di precarietà e di incertezza tendano ad avere consumi più elevati di tabacco, alcol e psicofarmaci.
Il tema delle dipendenze, quello dei comportamenti compulsivi, della violenza e del suicidio diventano parte di un tutto in cui rientrano la promozione delle competenze sociali, affettive e cognitive.

All’interno di questo quadro centrato sul miglioramento delle condizioni in cui si vive restano indispensabili interventi preventivi di tipo classico (informazione, sensibilizzazione) accompagnati da misure di tipo strutturale (o di protezione) legati, nel caso dei più giovani, alla limitazione dell'accessibilità a prodotti quali l'alcol e il tabacco.

Compatibilmente con gli obiettivi per la salute in Svizzera pubblicati nel 2002 dalla Società svizzera di salute pubblica, i progetti realizzati in questo ambito intendono migliorare le capacità dei soggetti di far fronte alle difficoltà della propria vita (stress, conflitti, ecc.) e questo nell’intento di contenere il ricorso all’uso di sostanze (legali o illegali) o a comportamenti di tipo additivo o, nei casi più estremi, al suicidio.


La storia

In questi anni il Servizio di promozione e valutazione sanitaria ha promosso e/o sostenuto progetti centrati sullo sviluppo delle competenze individuali (sociali, affettive e cognitive) e sugli strumenti utili per affrontare il mondo della scuola, del lavoro e del tempo libero nonché quello delle relazioni interpersonali.

In modo particolare si fa riferimento al Diario scolastico che affronta questi temi dall’edizione del 1992, al progetto "Parlatevi con noi", attivo dal 1996 attraverso il quale si propongono alle scuole animazioni centrate sullo sviluppo delle competenze individuali, alla mostra itinerante "Gente come noi" che gira nelle scuole medie superiori e nelle scuole per apprendisti e alla  mostra itinerante suoi conflitti organizzata con il DECS (che gira dal 2002) o ancora alle azioni di sensibilizzazione a favore delle persone senza lavoro realizzate negli anni Novanta.

Oggi  il Servizio continua a sostenere e promuovere progetti specifici proposti dalle associazioni attive sul territorio, quali l'associazione Radix Svizzera italiana, l'Associazione Svizzera non fumatori e Aiuto Aids Ticino, nel campo delle dipendenze, delle malattie sessualmente trasmissibili e del disagio a scuola e in ambito ricreativo, in particolare:

  • azioni sul territorio e misure strutturali concernenti la prevenzione del tabagismo (vedi anche la scheda "Ambiente interno") e del consumo nocivo di alcol (limitazione della pubblicità, limiti di età per la vendita di alcol, limitazione degli orari in cui è possibile la vendita di alcol).
  • progetti di promozione della salute, per lo più in ambito scolastico, sui temi del disagio, delle dipendenze e dello star bene.
  • progetti di riduzione del danno in contesti festivi (rave, concerti, ecc.) in cui viene svolta un'azione di sensibilizzazione sui rischi legati al consumo (e al mix) di "nuove" droghe e di alcol, si propongono momenti di pausa e si fornisce acqua fresca.

In parallelo il SPVS collabora regolarmente con istituti di ricerca specializzati per monitorare e valutare lo stato di salute della popolazione con l'obiettivo di diffondere i principali risultati di queste indagini.

Sempre in questo ambito sono state realizzate o finanziate diverse pubblicazioni destinate ai giovani, ai genitori e ai docenti.




Siti interessanti

Prevenzione tabagismo- Misure legislative

La politica svizzera di prevenzione del tabagismo si impegna su tre settori fondamentali: la protezione dal tabagismo passivo, le restrizioni della pubblicità del tabacco, il divieto di vendita ai minorenni.

Si tratta di tre settori nei quali i cantoni hanno competenza legislativa.