Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Ambiente interno

L'ambiente interno è un importante determinante della salute quanto l'ambiente esterno. Le persone trascorrono infatti buona parte del loro tempo in spazi chiusi (abitazioni, uffici, acquisti e tempo libero) e possono essere esposte a rischi sanitari associati alla presenza di veleni domestici, sostanze inquinanti nell'aria (composti organici volativi, fumo di tabacco, radon, umidità eccessiva, ecc.), nei materiali di costruzione e nei mobili.
Inoltre, l'ambiente interno può essere anche all'origine di incidenti domestici talvolta gravi che riguardano in particolare i gruppi più a rischio quali i bambini e gli anziani che vivono al loro domicilio.

La storia

Le azioni intraprese dall'ufficio in questi ambiti specifici hanno quali obiettivi principali la riduzione dei rischi sanitari, soprattutto tramite l'adozione di campagne informative, e la promozione della costruzioni di edifici sani, tramite la collaborazione con i vari attori pubblici e privati nell'ambito della formazione professionale.

In particolare in questi anni, l'ufficio ha definito e implementato misure di prevenzione sanitaria che riguardano:

  • la qualità dell'ambiente dell'aria all'interno degli edifici (inquinamento indoor)
  • il fumo passivo e più in generale la prevenzione del tabagismo: con il sostegno dato alle azioni di sensibilizzazione dell'Associazione Svizzera non fumatori per avere luoghi pubblici della ristorazione senza fumo e regolamentare il fenomeno del tabagismo; sostegno che è sfociato, nell'aprile del 2007, nella prima legge in Svizzera che regolasse il fumo passivo all'interno degli edifici ad uso pubblico
  • gli incidenti domestici (progetti PIPA e PIPADES)
  • l'amianto (creazione della rete InfoAmianto)
  • il rumore (progetti riguardanti la protezione dell'udito dalla musica)

Gruppi di lavoro

2010-2012
Gruppo di lavoro "Qualità dell'aria indoor e salute"
2002-2015
Rete Info Amianto
Dal 1996Associazione PIPA - Prevenzione infortuni persone anziane
1999-2005Gruppo Fumo nello Stato

Studi e pubblicazioni

Fumo passivo
A seguito dell'entrata in vigore nel 2007 del divieto di fumo generalizzato in tutti i luoghi pubblici della ristorazione, l'UPVS ha commissionato uno studio per valutare l'impatto sanitario ed economico di questa modifica legislativa.

Incidenti
In questo ambito sono stati raccolti dei dati nel quadro delle valutazioni dei progetti PIPA e PIPADES.
Inoltre sul tema delle cadute degli anziani sono disponibili:

  • il rapporto della ricerca effettuata nel 1993-1994 presso l'ospedale Civico di Lugano per monitorizzare le fratture del collo del femore degli anziani e valutarne l'impatto socio-economico:
    Gelshorn C, Panelli V, Casabianca A, Gürke L, Martinoli S. La frattura del collo del femore negli anziani. Informazioni statistiche 1998, 8, 3-10
  • la ricerca sull'uso del telesoccorso in Ticino:
    Telesoccorso e benessere dell'anziano, quale strumento per quali bisogni. Giubiasco: ATTE, 2000
  • i risultati dell'indagine condotta in 9 istituti del cantone con lo scopo di conoscere l'entità del problema delle cadute nelle case per anziani ticinesi e individuare eventuale misure preventive (Gruppo PIPA, 1999)