Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Coronavirus MERS-CoV

Nel mese di settembre 2012 l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha segnalato per la prima volta la presenza nell'uomo del "Middle East Respiratory Syndrome CoronaVirus" (MERS-CoV) nella penisola arabica. Fino al 13 luglio 2013, sempre secondo l'OMS, 82 persone sono state infettate dal coronavirus e 45 sono morte; 82 casi autoctoni sono stati notificati in Arabia Saudita, Emirati Arabi, Qatar, Giordania, ma si registrano anche casi importati in Tunisia, Gran Bretagna, Germania, Francia e Italia.

I coronavirus fanno parte di una grande famiglia di virus che possono essere all'origine di un grande ventaglio di malattie. Nell'essere umano, queste malattie vanno da un banale raffreddore alla sindrome respiratoria acuta (SARS). Questo nuovo sottotipo di coronavirus non è mai stato isolato prima nell'essere umano.

Il modo di trasmissione del nuovo virus MERS-CoV non è ancora chiaro, in alcuni casi è stato possibile documentare una trasmissione nosocomiale del virus in Arabia Saudita, Francia e Inghilterra. Inoltre, circa un terzo delle persone infettate soffriva di altre patologie o presentava immunodepressione. La fonte d'infezione non è ancora identificata, ma si suppone che sia di origine animale.

L'OMS segue con attenzione gli sviluppi internazionali ed emana continui aggiornamenti in merito alla situazione epidemiologica, agli aspetti clinici e alla diagnostica; l'UFSP riprende questi aggiornamenti e li pubblica sul proprio sito internet.

Case definition (criteri clinici e criteri epidemiologici)

Criteri clinici

- infezione respiratoria acuta severa (SARI): febbre ≥38°C, tosse e ricovero necessario; E

- segni clinici e/o radiologici di una malattia polmonare parenchimale (es. polmonite o Sindrome da Distress Respiratorio Acuto (ARDS); E

- la patologia non è spiegata da altra infezione o eziologia;

E

Criteri epidemiologici

presenza di almeno 1 dei seguenti criteri nei 14 giorni precedenti lo sviluppo dei sintomi

- viaggio o soggiorno nella penisola arabica o nei seguenti paesi limitrofi: Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Irak, Iran, Israele, Giordania, Kuwait, Libano, Oman, Qatar, Siria, Territori palestinesi occupati, Yemen; Oppure

- aver avuto un contatto stretto* con una persona che rientra nei criteri clinici dopo un soggiorno in una zona colpita; Oppure

- aver avuto un contatto stretto* con un caso sintomatico confermato dal laboratorio.


*Contatto stretto: a meno di 1 metro e oltre i 15 minuti, chiunque abbia fornito cure al paziente, conviventi e chiunque abbia avuto un contatto diretto con le secrezioni delle vie respiratorie o liquidi biologici di una persona infetta.

Documenti concernenti MERS-CoV

Il medico deve dichiarare immediatamente (entro 2 ore) al Medico cantonale ogni caso sospetto che risponda ai criteri clinici ed epidemiologici. In accordo con il Medico cantonale, il medico prende immediatamente contatto con il laboratorio CRIVE per accordarsi sui dettagli di prelievo e invio.

Info viaggiatori

Per il momento, l'UFSP ritiene che il rischio per la popolazione svizzera sia debole, ma che l'importazione di casi provenienti dalla penisola arabica o dai Paesi limitrofi non possa essere esclusa a priori.