Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Vaccinazione contro il cancro del collo dell'utero e altre malattie causate dal virus del papilloma umano (HPV)

In Svizzera, i virus HPV sono la causa più frequente d'infezioni sessualmente trasmissibili e si stima che il 70% delle persone sessualmente attive ne siano contagiate. Un'infezione da taluni virus HPV (come i tipi 16 o 18) può degenerare in stadi precancerosi o, in alcuni casi, in cancro.
Ogni anno in Svizzera a circa 2’400 donne, soprattutto giovani, sono diagnosticate lesioni precancerose di alto grado del collo dell'utero. Negli ultimi anni circa 250 donne hanno sviluppato un cancro del collo dell'utero. Altri tumori sono causati dall’HPV, ad esempio i tumori dell'ano (circa 200 casi) e in modo marginale a organi genitali e faringe. Il Servizio di medicina scolastica promuove dal 2009 il Programma cantonale di vaccinazione contro il papilloma virus, attenendosi alle raccomandazioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica e della Commissione federale per le vaccinazioni. I destinatari del Programma cantonale sono le persone domiciliate nel Cantone Ticino tra gli 11 e i 26 anni. Per essere vaccinati all'interno del Programma cantonale, è necessario rivolgersi a uno dei medici che aderiscono al Programma, che eseguirà gratuitamente la vaccinazione. Si tratta di medici con libero esercizio attivi sul territorio cantonale.

Adesione dei medici al Programma cantonale di vaccinazione

Le adesioni dei medici al Programma cantonale per l’anno 2019/2020 sono aperte. I medici che desiderano aderire sono invitati a scaricare il sottostante file, compilarlo e rispedircelo entro e non oltre il 31 luglio 2019. L’adesione al Programma cantonale di vaccinazione sarà confermata al medico tramite comunicazione personale e sarà effettiva a partire dal 1 settembre 2019.