Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Domande frequenti

Offrire ai dipendenti alternative concrete all’automobile significa creare un miglior clima di lavoro, ridurre la necessità di posteggi e contribuire a migliorare le condizioni di mobilità dell'intero comparto. Inoltre la riduzione dei posteggi permetterebbe, in caso venisse applicata, di risparmiare sulla tassa di collegamento.

Ai sensi del Decreto esecutivo, sono finanziabili  tutte le misure che garantiscono una riduzione dei posteggi e del numero di spostamenti in automobile utilizzata singolarmente.

Le misure già realizzate al momento dell'inoltro della richiesta di contributo non possono essere finanziate.

Il contributo va richiesto alla Sezione della mobilità inviando il formulario debitamente compilato e allegando il Piano di mobilità aziendale.

L'ammontare dei contributi è definito dall'art. 7 del Decreto esecutivo.

Le spese di attuazione delle misure sono a carico dell’azienda, che può accedere ai contributi cantonali.

Le spese di gestione delle misure sono unicamente a carico dell’azienda, che può scegliere se offrire il servizio gratuitamente o a pagamento ai propri collaboratori.