Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Cruscotto della mobilità aziendale

Il progetto avvivato nel 2016 da Planidea SA e Sofistar SAGL, finanziato dalla filiera cleantech e dall’Ufficio per lo sviluppo economico mira a sviluppare uno strumento che supporti le aziende nella gestione della mobilità.

L’accessibilità alle attività economiche risulta essere un fattore competitivo importante e per tale motivo occorre che anche gli operatori economici contribuiscano a promuovere un uso efficace delle infrastrutture e dei servizi di trasporto già disponibili sul territorio. In tal senso una miglior gestione della mobilità generata dalle aziende tramite strumenti performanti ha numerosi benefici diretti ed indiretti per le aziende stesse e i loro dipendenti, ma anche per l’intera collettività.

Il progetto si inserisce nel programma di gestione della mobilità aziendale avviato negli scorsi anni da Confederazione e Cantone per favorire l’assunzione di responsabilità da parte delle aziende pubbliche e private.

In particolare, i problemi principali che il nuovo strumento permetterà di risolvere comprendono:

  • la raccolta dinamica dei dati riguardanti la mobilità
  • informazioni più incisive sulle diverse forme di mobilità
  • la gestione dei dati
  • la necessità di integrare informazioni provenienti da fonti diverse in una visione d’insieme che contempli tutti i campi d’azione della mobilità aziendale e le possibili misure
  • la mancanza di strumenti adatti a misurare il reale impatto delle misure adottate (scenari di adozione delle misure e simulazioni)
  • il monitoraggio delle misure applicate

Indirettamente si mira contribuisce a risolvere problemi di congestionamento della rete viaria, di inquinamento fonico e dell’aria (riduzione delle emissioni di CO2) e di scarsa qualità di vita nei principali poli di sviluppo economico.