Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Orientamento sessuale e identità

L'orientamento sessuale è un'espressione della sessualità. Essa si afferma con la maturità sessuale anche se i sentimenti (eterosessuali o omosessuali) possono già essere presenti ben prima.

Rispetto all'orientamento sessuale si considera:

  • eterosessualità: è l'orientamento sessuale più frequente che corrisponde all'attrazione per persone di sesso diverso dal proprio
  • omosessualità: sentirsi attratti emotivamente, fisicamente e sessualmente da persone dello stesso sesso
  • bisessualità: riguarda persone che si sentono attratte da entrambi i sessi.

L'omosessualità (uomini a cui piacciono uomini, donne a cui piacciono donne) e la bisessualità esistono da sempre, esattamente come l'eterosessualità, diffuse in tutte le culture e in ogni strato sociale. Sono diverse le ipotesi sull'origine dell'omosessualità, ma non si dispone di una spiegazione conclusiva, certa e condivisa.

Omosessualità e bisessualità non sono malattie, né perversioni. L'Organizzazione mondiale della sanità lo definisce come comportamento variante e non ne identifica cause o patologie specifiche.

Durante l'età della crescita può succedere di vivere esperienze spesso molto intense, di provare un interesse anche sessuale e di avere esperienze sessuali con persone dello stesso sesso. La scoperta del proprio orientamento sessuale può essere graduale.           
Il comportamento omosessuale viene definito al raggiungimento dello sviluppo sessuale quando alcune persone capiscono di essere costantemente attratte e si innamorano di persone dello stesso sesso.      
Alcune persone possono vivere una bisessualità temporanea o legata alla specifica situazione o determinata dal desiderio di sperimentare e superata questa fase sanno e sentono di essere eterosessuali. Altre invece scoprono di essere costantemente attratte da entrambi i sessi.

Siamo tutte e tutti differenti e unici. Questa grande diversità è presente anche nella sfera affettiva e sessuale. La differenza, a volte, può far paura. La paura, a volte può scaturire in violenza. Per l'omosessualità si parla di omofobia.

Si sente spesso parlare anche di transessualità. Il transessualismo è legato piuttosto a una percezione di disagio, dovuta al non sentirsi nel proprio corpo biologico. Può essere presente già nell'infanzia ma è soprattutto dopo l'adolescenza che si manifesta. Non è connesso a problemi di natura ormonale maschile o femminile.


as.infogiovani@ti.ch

Lo sapevi che...

www.ti.ch/infogiovani è consultabile anche da tablet e smartphone.

Newsletter