Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Fondo energie rinnovabili (FER)

Il 1° settembre sono entrate in vigore le modifiche della Legge cantonale sull'energia (Len; RS 740.100) approvate dal Gran Consiglio il 4 maggio 2021 (Messaggio 7894 del 1° ottobre 2020). La modifica della Len si è resa necessaria per adattare, gli incentivi cantonali in materia di risparmio energetico e produzione di energia rinnovabile, alle nuove necessità del mercato dell'energia elettrica e all'evoluzione tecnologica.
Per quanto concerne il FER con la modifica di legge si è voluto migliorare il sistema degli incentivi cercando di promuovere il maggior numero di impianti possibili sia nel settore del fotovoltaico che nel piccolo idroelettrico, eolico e a biomassa. La modifica permetterà inoltre di eliminare l'attuale lista di attesa.

Conseguentemente si è adattato il Regolamento di applicazione RFER alla nuova base legale, in particolare per quel che concerne i dispositivi relativi agli incentivi per la realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica rinnovabile. In quest’ambito si rileva che sono stati modificati gli articoli concernenti il sistema della rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC), in quanto non più prevista dalla Len per gli impianti realizzati dopo il 31.12 2020 (fanno eccezione gli impianti non ancora realizzati che hanno ottenuto una promessa preliminare positiva prima del 1.1.2021). I nuovi impianti potranno accedere al contributo unico (CU), come pure gli impianti che al momento dell’entrata in vigore del RFER erano inseriti nella lista d’attesa generatasi nel corso degli ultimi anni.


Il Piano energetico cantonale propone una serie di misure per permettere di concretizzare quanto proposto nel Piano d’azione 2013 (vedi in particolare gli indirizzi al Cap. 3.2.1 “Indirizzi per il settore dell’energia elettrica”, alle schede settoriali P1, P2, P3, P4 e P5, per quanto concerne la produzione di energia, e alle schede settoriali C1, C2, C3, C4 e C5, in relazione ai consumi).

Uno degli importanti provvedimenti per raggiungere gli obiettivi prefissati è sicuramente quello proposto con il messaggio ed il relativo rapporto approvato dal Gran Consiglio il 19.12.2013 (messaggio nr. 6773), e che si prefigge di gestire e adeguare il fondo per le energie rinnovabili FER istituito con l’accettazione popolare, il 5 giugno 2011, del controprogetto all’iniziativa popolare elaborata del 16 aprile 2010 "Per un'AET senza carbone!”.

Il fondo finanzierà la realizzazione di impianti che producono energia elettrica da fonti rinnovabili in Ticino, progetti di ricerca prioritariamente nel settore dell’energia elettrica e attività comunali nell’ambito dell’efficienza e del risparmio energetico.

Il finanziamento del fondo cantonale è garantito dal prelievo sulla produzione media annua prevista di energia elettrica proveniente da quote di partecipazione già acquisite da AET in centrali elettriche a carbone abbinato ad un prelievo sul consumo:

  • sulla produzione: prelievo di 0,6 cts/kWh;
  • sul consumo: prelievo di 0,2 cts/kWh a favore delle attività cantonali e di 1 cts/kWh a favore delle attività comunali.

Il regolamento del Fondo per le energie rinnovabili (RFER) del 29 aprile 2014, definisce la destinazione e le condizioni di accesso ai finanziamenti.

I contributi sono concessi per le seguenti tipologie di impianti:

  • fotovoltaici;
  • piccole centrali idroelettriche;
  • eolici;
  • geotermici di profondità;
  • a biomassa.

Procedimento per la richiesta dell'incentivo