Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Traduzione in lingua facile:
Pro Infirmis,
Servizio di Lingua facile

Votazione cantonale del 15 maggio 2022
Spiegazioni

Decreto legislativo 
concernente il pareggio del conto economico

Il 15 maggio 2022 i cittadini ticinesi voteranno sul decreto legislativo concernente
il pareggio del conto economico entro il 31 dicembre 2025
con misure di contenimento della spesa e senza riversamento di oneri sui Comuni.

Il significato di questo decreto legislativo è spiegato più avanti.


La situazione delle finanze del Cantone Ticino

Negli ultimi anni la situazione finanziaria del Cantone Ticino era migliorata.
Purtroppo però, all’inizio del 2020 è scoppiata all’improvviso la pandemia di COVID-19.

La pandemia di Covid-19

  • ha influenzato e cambiato la vita dei cittadini,
  • ha creato dei costi molto alti per il Cantone Ticino e 
  • ha condizionato anche le attività dello Stato.

Infatti a partire dal 2020 la situazione finanziaria del Cantone Ticino è peggiorata.
Le spese legate alla gestione della pandemia continuano ancora a pesare 
sulle finanze del Cantone.
Anche i prossimi anni saranno difficili.

La tabella riportata qui sotto presenta i ricavi e le spese registrati dal Cantone Ticino
nel periodo tra il 2013 e il 2022.
I ricavi sono i soldi che il Cantone ha ricevuto.
Le spese sono i soldi che il Cantone ha speso.    
Il risultato d’esercizio è la differenza tra i ricavi e le spese.

Come si vede nella tabella, nel 2020 lo Stato ha avuto un risultato negativo
di -165 milioni di franchi.
Questo significa che le spese sono state maggiori rispetto ai ricavi. 
Il decreto chiede che questo risultato d’esercizio sia pari,
cioè che le spese siano uguali ai ricavi.
 

Evoluzione dei ricavi e delle speso dello Stato dal 2013 al 2022
(dati espressi in milioni di franchi)RicaviSpeseRisultato
d'esercizio
20133'3163'494-178
20143'4233'551-128
20153'4873'577-91
20163'5743'621-47
20173'7153'63580
20183'8163'678137
20193'8253'76560
20203'7833'948-165
2021 
(dati non acnora definitivi, raccolti il 30
settembre 2021)
3'9714'086-115
2022 (cifre previste per il 2022)4'0384'173-135

Nella gestione delle finanze, il Cantone deve raggiungere
un equilibrio tra ricavi e spese.



Decreto legislativo in votazione

Il 19 ottobre 2021 il Gran Consiglio ha approvato il decreto legislativo dal titolo:
Decreto legislativo concernente il pareggio del conto economico entro il 31 dicembre 2025
con misure di contenimento della spesa e senza riversamento di oneri sui Comuni.

Il Gran Consiglio è il Parlamento del Cantone Ticino.
Il Parlamento scrive le leggi.

Che cos’è un decreto legislativo?
Un decreto legislativo è un documento approvato dal Gran Consiglio
che ha valore di legge. 

Cos’è il pareggio del conto economico?
Il conto economico è un documento che comprende tutti i ricavi e tutte le spese
sostenuti in un anno.
Per pareggio s’intende che i ricavi e le spese devono essere uguali.

Cosa sono le misure di contenimento della spesa?
Le misure di contenimento della spesa sono dei provvedimenti adottati per 
limitare e ridurre le spese.

Cosa significa l’espressione “senza riversamenti di oneri sui Comuni”?
Significa che il Cantone non può liberarsi delle sue spese facendole pagare ai Comuni. 

Con questo decreto si vuole pareggiare il conto economico dello Stato entro il 2025. 
Il pareggio deve essere ottenuto rispettando alcune condizioni:

  • le imposte non devono essere aumentate,
  • le spese non vanno fatte pagare ai Comuni,
  • gli accordi che il Cantone e i Comuni stanno discutendo attualmente 
    non possono essere modificati,
  • bisogna ridurre le spese.

Le misure per ridurre le spese si applicano in particolare
ai seguenti punti del conto economico: 

  • il personale, ossia
    • gli stipendi
    • gli oneri sociali (i costi delle assicurazioni sociali come AVS, AI, ecc.)
    • altre spese legate al personale 
  • i beni e i servizi, ossia 
    tutte le spese necessarie al funzionamento dell’amministrazione cantonale e delle diverse autorità, ad esempio: 
    • i costi per materiali e merci
    • i costi degli edifici cantonali (manutenzione, affitto, luce e riscaldamento, ecc.) 
    • i costi di manutenzione delle strade
    • i costi dei servizi svolti
  • le spese di trasferimento, ossia
    tutti i versamenti del Cantone a favore di Comuni, enti pubblici, aziende private o
    cittadini, ad esempio: 
    • le prestazioni sociali ai cittadini (indennità di disoccupazione, assegni familiari,
      sussidi di formazione, ecc.) 
    • i contributi e gli aiuti finanziari a enti pubblici, aziende, associazioni o altre
      istituzioni che svolgono un compito nell’interesse della popolazione (ad esempio le
      imprese di trasporto, le case per anziani, le associazioni per persone con
      disabilità, ecc.) 
    • le spese legate alla perequazione finanziaria degli oneri. 
      Con l’espressione perequazione finanziaria si intende l’insieme degli strumenti utilizzati per:
      • aiutare i Comuni finanziariamente deboli e
      • ricreare un equilibrio finanziario tra i Comuni.
    • Uno dei possibili strumenti utilizzati per ricreare questo equilibrio è il versamento di denaro
      da parte del Cantone ai Comuni più deboli.
    • altre spese, ad esempio la ridistribuzione di proventi da tasse e tributi ai Comuni.
      Il Cantone trasferisce ai Comuni una parte del denaro ottenuto tramite le tasse e
      le imposte.
  • La riduzione delle spese di trasferimento non deve toccare i sussidi a cui hanno diritto i cittadini con un basso reddito.

Traduzione in lingua facile:
Pro Infirmis,
Servizio di Lingua facile