Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Servizio per le pari opportunità

Il Servizio per le pari opportunità fa parte dei Servizi giuridici del Consiglio di Stato e rappresenta il centro di competenza del Canton Ticino in materia di parità di genere. Tra i temi di cui si occupa il servizio, la difesa dell’uguaglianza fra uomo e donna in ambito lavorativo, la conciliabilità tra vita professionale e familiare, la sensibilizzazione contro le molestie sessuali sul posto di lavoro, la parità salariale e un’equa rappresentanza di genere nelle posizioni dirigenziali, sono alcune delle sfide che necessitano di essere affrontate nel nostro Cantone. Il Servizio per le pari opportunità promuove il raggiungimento della parità di genere in Ticino, impegnandosi a scardinare gli stereotipi femminili e maschili nell’immaginario comune e contribuendo a ridurre le discriminazioni basate sul genere in tutti gli ambiti della vita.

Secondo l’articolo 8 capoverso 3 della Costituzione federale «uomo e donna hanno uguali diritti. La legge ne assicura l'uguaglianza, di diritto e di fatto, in particolare per quanto concerne la famiglia, l'istruzione e il lavoro. Uomo e donna hanno diritto a un salario uguale per un lavoro di uguale valore». Tale disposizione, in vigore dal 1981 in Svizzera, proibisce ogni forma di discriminazione basata sul genere. Nel corso degli anni, per adattarsi allo sviluppo culturale che ha interessato ampiamente le tematiche di genere nella nostra nazione, sono state adottate diverse misure legali che promuovono la parità, come la Legge federale sulla parità dei sessi (LPar) che sancisce il divieto di discriminazioni nei rapporti di lavoro e la Convenzione ONU sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna (CEDAW), ratificata dalla Svizzera nel 1997.

Eppure, la parità di diritto non garantisce la parità di fatto. La realtà quotidiana elvetica dimostra che l’uguaglianza tra uomo e donna non si è ancora concretizzata: tra le disparità che sussistono tra i sessi in Svizzera vi sono, ad esempio, la disparità salariale del 19% nei salari (UST, 2018), i maggiori ostacoli per le donne nello svolgimento dell’attività professionale, la ripartizione inegualitaria tra i sessi del lavoro remunerato e non remunerato e la sotto-rappresentanza femminile in politica e ai vertici.

Contatti

Delegata per le pari opportunità
Via Canonico Ghiringhelli 1
6501 Bellinzona

tel. +41 91 814 45 00

Delegata
Rachele Santoro

Newsletter

Rimani aggiornata/o sul tema delle pari opportunità e iscriviti alla nostra newsletter.