Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Dipartimento del territorio

06 dicembre 2019

Comunicato stampa

Dipartimento del territorio

06 dicembre 2019

Isole di Brissago

Il Dipartimento del territorio (DT) comunica che è stato siglato l’atto notarile che decreta il passaggio di proprietà delle Isole di Brissago al Cantone Ticino.

 


Il rogito, sottoscritto a Brissago dal Direttore del DT, Claudio Zali, e dai rappresentanti dei Comuni di Ascona, Brissago e Ronco Sopra Ascona, di Pro Natura e Heimatschutz Svizzera ufficializza la cessione di tutte le quote di comproprietà delle Isole di Brissago al Cantone Ticino. A tale proposito si rammenta che l’acquisizione avviene tramite una permuta fondiaria, con il trasferimento ai Comuni coinvolti di alcune superfici di proprietà del Cantone già destinate a scopi pubblici e situate lungo le rive del Lago Maggiore.

È stata l’occasione per il Consigliere di Stato per ringraziare i Comuni e in particolare i rispettivi Sindaci per quanto fatto finora per le Isole di Brissago, considerato che in passato la gestione delle stesse si è rivelata alquanto complessa. Il Direttore del DT si è inoltre rallegrato della celerità con la quale è stato affrontato il dossier che ha portato alla firma del rogito in tempi brevi. Infatti va ricordato che soltanto un anno fa l’accordo per l’acquisizione delle Isole sembrava ben lontano dal concretizzarsi.

I Sindaci hanno ringraziato il Dipartimento del territorio e suoi collaboratori per l’ottima collaborazione rallegrandosi del fatto che si sia giunti a una soluzione condivisa in tempi brevi. A tale proposito, i rappresentanti dei Comuni hanno pure ribadito che una gestione delle Isole da parte di un unico Dipartimento è la premessa fondamentale per garantire a questo prezioso comparto territoriale del Cantone Ticino, unico dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, un suo ottimale rilancio. Non è infatti un mistero che i problemi della passata gestione fossero dovuti in gran parte alla complessa macchina gestionale che vedeva coinvolti due dipartimenti cantonali e tre comuni. Avere un unico interlocutore e una conduzione chiara e snella è stato infine l’auspicio del Sindaco Paolo Senn di Ronco sopra Ascona, Presidente del Consiglio d’amministrazione delle Isole di Brissago. Pure i rappresentanti di Pro Natura e Heimatschutz Svizzera si sono rallegrati di questo importante passo avanti, una gestione da parte dei servizi del DT preposti al settore natura non potrà che preservare, tutelare e migliorare anche tutti quegli aspetti scientifici relativi alla biodiversità e alla sua divulgazione didattica.

La firma dell’atto notarile fa seguito alla recente approvazione da parte del Gran Consiglio del Messaggio governativo concernente la ratifica delle Convenzioni stipulate tra il Cantone e i Comuni rivieraschi. L’acquisizione delle Isole di Brissago da parte del Cantone Ticino permetterà di riorganizzare l’amministrazione e la gestione delle Isole, allo scopo di preservare e valorizzare ulteriormente il patrimonio che questo comparto rappresenta nel contesto cantonale e nazionale.

Con la nuova gestione delle Isole sarà possibile ottimizzare le attività attuali e future - mantenendo gli attuali posti di lavoro - indirizzandole in un senso più unitario e con minore dispersione di mezzi e risorse, nell’ottica di una promozione attualizzata e al passo con i tempi, senza tuttavia alterarne il nome, il naturale equilibrio e la vocazione di luogo votato al turismo, alla cultura, allo svago nella natura e, per quanto riguarda in particolare il Parco botanico, la funzione didattica e scientifica.

I primi lavori edili, su mandato del DT, sono già iniziati nel mese di ottobre e continueranno fino marzo, al momento dell’apertura della stagione turistica. Nel corso del 2020 continueranno pure le discussioni con i  principali portatori d’interesse per concretizzare una strategia per il rilancio delle isole.
 



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Dipartimento del territorio
Claudio Zali, Direttore del Dipartimento del territorio, tel. 091 814 44 70