Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Consiglio di Stato

10 giugno 2020

Comunicato stampa

Consiglio di Stato

10 giugno 2020

Sette misure a sostegno delle colonie estive

A seguito degli allentamenti decisi dal Consiglio federale il 27 maggio 2020 che hanno consentito l’organizzazione di colonie, campi di vacanza e soggiorni estivi, il Consiglio di Stato informa che nella sua seduta odierna ha deciso un pacchetto di sette misure che consentiranno un maggiore sostegno all'organizzazione delle proposte estive.


Innanzitutto, al fine di ottemperare pienamente all’Ordinanza federale 2 COVID-19, agli enti organizzatori è stato messo a disposizione un piano di protezione settoriale elaborato dall’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (UFaG), d’intesa con l’Ufficio del medico cantonale e l’Ufficio dello Sport, per garantire una prevenzione efficace sia per gli ospiti sia per il personale impiegato durante lo svolgimento delle attività. Tale piano, tra i primi a livello nazionale, è scaricabile al sito:  https://www4.ti.ch/dss/dsp/covid19/direttive/strutture-e-servizi-di-accoglienza-extra-famigliare/

Considerato l’annullamento di alcune proposte residenziali, il Consiglio di Stato, su proposta del Dipartimento della sanità e della socialità e del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, ha individuato sette misure che consentiranno di favorire e potenziare tutto il settore delle colonie estive, segnatamente:

a) Aumento del sussidio per le colonie residenziali per giornata di presenza e supporto straordinario per spese di disinfezione.

b) Possibilità per le colonie residenziali riconosciute di organizzare delle colonie diurne senza perdere il riconoscimento.

c) Possibilità di sostenere, tramite il Fondo Swisslos e Sport-toto, l’organizzazione di nuovi turni di colonie diurna non previsti (termine per l’inoltro delle domande all’UFaG: 15 luglio).

d) Avvio di un sondaggio presso gli enti organizzatori per monitorare l’offerta di posti disponibili, i cui risultati sono attesi al più tardi entro il 17 giugno.  

e) Informazione alle famiglie tramite i siti www.ti.ch/infogiovani e www.ticinoperbambini.ch, sui quali è disponibile l’opuscolo “Infovacanze” (aggiornato).

f) Consulenza agli enti organizzatori tramite l’UFaG e tramite i cemea, in particolare con consulenze ad hoc e la messa a disposizione di una banca dati dove vengono menzionati gli enti che ricercano animatori e case per gruppi (www.cemea.ch).

g) Favorire la messa a disposizione di spazi scolastici per organizzare delle colonie diurne. Va detto che, parimenti, viene confermata l’organizzazione dei campi di Lingue e Sport, sia residenziali che diurni, nonché l’offerta estiva dei 30 centri extra-scolastici autorizzati.

Vista la necessità di reperire ulteriore personale, Il Consiglio di Stato rinnova quindi l’invito a giovani e meno giovani a mettersi a disposizione come animatori o ausiliari volontari al fine di rendere possibile l’organizzazione di questa interessante proposta estiva a sostegno delle famiglie e soprattutto dei bambini e bambine del nostro Cantone, che meritano un’estate di divertimento e socializzazione. Persone interessate possono rivolgersi agli enti organizzatori o consultare il sito dei cemea alla rubrica “Collaboratori cercasi” (link: www.cemea.ch).

Gli enti interessati alle misure di sostegno alle colonie possono rivolgersi all’UFaG, entro il 15 luglio, telefonando allo 091 814 71 51 oppure inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica ufficiodeigiovani(at)ti.ch.

Link all’opuscolo Infogiovani (aggiornato): https://www4.ti.ch/generale/infogiovani/politiche-giovanili/politiche-giovanili/pubblicazioni/



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Dipartimento della sanità e della socialità

Marco Galli, Capo Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani, tel. 091 814 71 52 (oppure 079 212 07 18)