Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

17 luglio 2020

Comunicato stampa

Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

17 luglio 2020

Incontro della Commissione cantonale per la formazione professionale sulle misure Più duale PLUS

La Commissione cantonale per la formazione professionale (CCFP), si è riunita venerdì 10 luglio. Nel corso dell’incontro sono state presentate le misure del messaggio governativo Più duale PLUS del 17 giugno 2020. La Divisione della formazione professionale (DFP) ha inoltre illustrato gli scenari di lavoro per la riapertura delle scuole nel prossimo anno scolastico 2020-21.


La CCFP costituisce un osservatorio privilegiato sul mondo del lavoro e della formazione professionale, i cui membri rappresentano le principali organizzazioni del mondo del lavoro padronali e sindacali, ovvero Hotelleriesuisse Ticino, Associazione bancaria ticinese, Camera di commercio, dell'industria e dell'artigianato del Cantone Ticino (Cc-Ti), Associazione industrie ticinesi (AITI), Società svizzera impresari costruttori, Sezione Ticino, Associazione industrie metalmeccaniche ticinesi, Associazione ticinese delle istituzioni sociali, Ente ospedaliero cantonale, Ordine dei medici del Cantone Ticino, Società svizzera impiegati di commercio (SIC Ticino), Unione sindacale Svizzera Ticino e Moesa, Organizzazione cristiano-sociale ticinese e Sindacati indipendenti ticinesi.

Nel corso dell’incontro, Paolo Colombo, direttore della DFP, ha ringraziato la CFFP per il sostegno e per le proposte del rapporto “Misure per limitare gli effetti della situazione COVID-19 sulla campagna di collocamento 2020/2021, sintesi sondaggio e approfondimenti della Commissione cantonale per la formazione professionale del 30 aprile 2020”. È anche grazie a questo lavoro che è stato possibile elaborare il piano d’azione urgente Più duale PLUS del 17 giugno 2020, un insieme di 6 misure a sostegno della formazione professionale. Si tratta di misure prioritarie che il Consiglio di Stato ha deciso di mettere in atto al fine di contenere gli effetti negativi del COVID-19 sulla disponibilità di posti di apprendistato in azienda e il conseguente rischio accresciuto per i giovani che potrebbero ritrovarsi senza la possibilità di iniziare o proseguire la loro formazione, e per l’economia, che deve invece poter contare anche in futuro su personale formato e qualificato a tutti i livelli e in tutti i comparti economici. I membri della Commissione cantonale per la formazione professionale hanno espresso soddisfazione e disponibilità a confrontarsi sulle proposte di misure operative, in particolare sulle azioni a sostegno delle aziende e la loro implementazione nei prossimi mesi.

Per quanto concerne la riapertura delle scuole per l’anno scolastico 2020/2021, i membri hanno sottolineato l’importanza della tutela della salute degli studenti, docenti e formatori, auspicando un’applicazione rigorosa delle disposizioni emanate dall'Ufficio federale della sanità pubblica. Segnatamente nel caso di riapertura a pieno regime (scenario 1), su impulso del rappresentante nell’ordine dei medici del Cantone Ticino, la CCFP ha espresso il proprio sostegno per l’introduzione di una raccomandazione sull’uso della mascherina in aula per docenti e allievi compatibilmente alle direttive federali e adeguata ai differenti ordini di scuola.



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Giacomo Viviani, Presidente Commissione cantonale per la formazione professionale, viviani.giacomo@gmail.com, tel 076 693 42 84