Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Dipartimento della sanità e della socialità
Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

02 ottobre 2020

Comunicato stampa

Dipartimento della sanità e della socialità
Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

02 ottobre 2020

Coronavirus: nuove indicazioni sui sintomi per allievi di scuola dell’infanzia, elementare e media

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) comunicano che a partire da lunedì prossimo, 5 ottobre, entreranno in vigore in Ticino nuove indicazioni concernenti i sintomi che fanno stato per determinare la frequenza della scuola in presenza agli allievi della scuola dell’infanzia, elementare e media. Rimangono inalterati i sintomi che determinano l’esclusione da scuola per gli allievi delle scuole postobbligatorie e gli adulti di ogni ordine scolastico.


In seguito alla pubblicazione da parte dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) delle nuove raccomandazioni per i bambini con sintomi di malattia, l'Ufficio del medico cantonale del DSS e il DECS hanno adattato queste indicazioni alla realtà delle scuole e della situazione ticinesi. Le nuove indicazioni entrano in vigore in Ticino a partire da lunedì 5 ottobre.

I cambiamenti principali riguardano gli allievi delle scuole dell’infanzia e delle scuole elementari. Potranno frequentare normalmente la scuola gli allievi della scuola dell’infanzia e della scuola elementare che hanno raffreddore e/o mal di gola e/o tosse leggera, purché non abbiano febbre e non abbiano avuto contatti a rischio (ossia contatti a meno di 1.5 metri per più di 15 minuti senza protezione) con una persona sintomatica di più di 11 anni per la quale non c’è ancora un test negativo o con una persona di qualsiasi età risultata positiva al test, specialmente all’interno della famiglia.

Non frequentano la scuola gli allievi della scuola dell’infanzia e delle scuole elementari che presentano uno o più di questi sintomi:

  • febbre >38.5 °C
  • forte tosse acuta, anche senza febbre
  • raffreddore e/o mal di gola e/o tosse leggera, anche senza febbre, se c’è stato un contatto a rischio con una persona sintomatica di più di 11 anni per la quale non c’è ancora un test negativo o con una persona di qualsiasi età risultata positiva al test, specialmente all’interno della famiglia.

Si rimanda allo schema sui sintomi a breve disponibile sui siti www.ti.ch/aperturascuole e www.ti.ch/coronavirus. In caso di dubbio sulla valutazione dei sintomi fare riferimento al proprio medico.

Per quanto invece riguarda gli allievi delle scuole medie e postobbligatorie, così come i docenti e personale di ogni ordine scolastico, non frequenta la scuola chi presenta uno o più di questi sintomi:

  • tosse
  • mal di gola
  • respiro corto
  • dolore toracico
  • febbre
  • perdita improvvisa del senso dell’olfatto e/o del gusto
  • affaticamento generale severo

In caso di dubbio sulla valutazione dei sintomi fare riferimento al proprio medico che valuterà l’opportunità del test.

Il DECS comunica inoltre che a un mese dall'inizio dell'anno scolastico 2020/2021 nelle scuole pubbliche del Canton Ticino (scuola dell'infanzia, scuole elementari, scuole medie, scuole medie superiori e scuole professionali), stando ai dati di questa mattina, su un totale complessivo di circa 48'500 allievi e 5'800 docenti, le persone in isolamento o in quarantena erano complessivamente una decina. Altri allievi e docenti che sull’arco delle scorse settimane, in alternanza, sono stati assenti per isolamento o quarantena, hanno potuto nel frattempo rientrare regolarmente a scuola.

Le poche assenze di allievi o docenti per isolamento o quarantena registrate finora, riconducibili soprattutto a contatti non avvenuti nel contesto scolastico, indicano che i piani di protezione in vigore nelle scuole stanno funzionando. DECS e DSS continuano a vigilare sulla situazione e sono pronti ad adattare le misure qualora ciò si rendesse necessario. Allievi e docenti sono invitati a mantenere il rispetto delle indicazioni contenute nei piani di protezione che finora hanno dato buoni risultati.



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Pietro Snider, Collaboratore personale del Consigliere di Stato Manuele Bertoli, pietro.snider@ti.ch, tel. 091 / 814 30 32

Dr.ssa med. Lisa Kottanattu, Caposervizio istituto pediatrico della Svizzera italiana EOC. Per le interviste annunciarsi allo 091 814 38 67 entro le 16:00.