Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Dipartimento del territorio

07 giugno 2021

Comunicato stampa

Dipartimento del territorio

07 giugno 2021

Il DT alla fiera digitale Ticino Impiantistica


Il Dipartimento del territorio (DT) comunica che sarà presente all’edizione 2021 di Ticino impiantistica, rassegna biennale proposta, per la prima volta quest’anno, in versione digitale, in programma dall’8 al 10 giugno al sito internet www.ticinoimpiantistica.com.

Il DT prenderà parte ai webinar organizzati nell’ambito dell’esposizione dedicata al settore dell’impiantistica civile e industriale, alla climatizzazione, alla ventilazione, alle energie rinnovabili, nonché al settore delle coperture e dell’involucro degli edifici.

Per l’occasione, l’Ufficio dell’aria, del clima e delle energie rinnovabili (UACER) fornirà informazioni dettagliate ai partecipanti (cittadini, istituzioni e professionisti del settore) circa i principali obiettivi della politica energetica cantonale e, in particolare, sul nuovo programma d’incentivi cantonali in dirittura d’arrivo e sulla modifica della Legge cantonale sull’energia dell’8 febbraio 1994 (Len).

A tale proposito si rammenta che il DT, nell’applicazione delle normative ambientali federali e cantonali in materia energetica, promuove e mette in atto misure concrete e tangibili, volte a preservare e valorizzare l'ambiente che ci circonda, che hanno come obiettivo comune lo sviluppo di una società sostenibile.

Tali indirizzi, già espressi in modo chiaro nel Programma di Legislatura 2019 - 2023, sono ora concretizzati con una serie di provvedimenti che costituiscono il Pacchetto ambiente del DT legato ai temi dell'energia e del clima, composto da tre messaggi licenziati dal Consiglio di Stato lo scorso mese di ottobre del 2020 e approvati di recente dal Gran Consiglio. L’obiettivo consiste nel mettere a disposizione dei cittadini maggiori risorse per accelerare il cambiamento necessario per raggiungere una società al 100% rinnovabile (obiettivo 15 del Programma di Legislatura 2019 – 2023) tramite un incremento degli investimenti nel settore dell’energia e del clima.

I messaggi, che aggiornano e applicano la politica energetica e climatica cantonale, concernono: l’aggiornamento delle prescrizioni in ambito energetico, con particolare riferimento alle costruzioni, tramite la modifica della Legge cantonale sull’energia dell’8 febbraio 1994 (Len); il rinnovo dei prelievi sulla produzione e consumo di energia elettrica (per il periodo 2021-2024) a favore del Fondo per le energie rinnovabili (FER), l’attualizzazione dell’uso del fondo FER, in particolare con l’eliminazione dei contributi sull’elettricità immessa in rete (RIC) a favore di un contributo unico (CU) per la costruzione di impianti per la produzione di energia elettrica, nonché lo stanziamento di un credito straordinario di CHF 5 milioni, pure destinato ad alimentare il fondo, da utilizzare in particolar modo per promuovere progetti innovativi in ambito elettrico; lo stanziamento - a partire dal 2021 - di un credito quadro netto di CHF 50 milioni destinato alla continuazione del programma d’incentivi concernente l’efficacia ed efficienza energetiche, la produzione e la distribuzione di energia termica da fonti indigene rinnovabili, la conversione delle energie di origine fossile e la promozione della formazione continua, dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza nel settore dell’energia.

Con questi contributi s’intende dare un ulteriore impulso allo sviluppo di un’economia verde con tecnologie sostenibili, innovative dal profilo energetico, climatico e ambientale. La loro attuazione congiunta permetterà di affrontare in maniera ancor più efficace le sfide che attendono il Cantone Ticino nel settore dell’energia e della politica climatica, favorendo, inoltre, l’indotto economico locale.



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Dipartimento del territorio
Michele Fasciana, Capo dell’Ufficio dell’aria, del clima e delle energie rinnovabili, michele.fasciana@ti.ch, tel. 091 / 814 29 70