Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Integrazione

Informazioni

Il dispositivo cantonale di integrazione rivolto alle persone in possesso dello statuto di protezione S è coordinato dalla Sezione del sostegno sociale, a supporto dell’Unità interdipartimentale per l’integrazione, ed è basato sulle diposizioni della Segreteria di Stato della migrazione (SEM).

Gli sportelli regionali per l’integrazione

A livello cantonale sono stati allestiti degli sportelli regionali che costituiscono un punto di orientamento volto a favorire l’integrazione dei profughi detentori dello statuto di protezione S residenti sul territorio cantonale.

Il servizio di consulenza per l’integrazione erogato dagli sportelli è a disposizione di tutte le persone in possesso di uno statuto di protezione S valido, anche di coloro che non necessitano di prestazioni di sostegno sociale. Durante gli incontri verranno valutati i bisogni di integrazione dei singoli componenti del nucleo familiare e verranno proposte delle misure idonee per il raggiungimento degli obiettivi di integrazione personale.

Per accedere ai servizi degli sportelli è stato istituito un portale per la prenotazione dell’appuntamento online, differenziato per regione di dimora del profugo (si veda sotto). Le persone interessate possono quindi riservare direttamente sul portale l’orario per il colloquio poiché gli sportelli ricevono solo su appuntamento. Non sono previste delle convocazioni.

IMPORTANTE: I colloqui sono destinati unicamente ai profughi che alloggiano già in un appartamento individuale o che hanno la certezza di poter rimanere presso l’attuale famiglia ospitante per un periodo di almeno 2 ulteriori mesi. In caso contrario (alloggio nei centri regionali collettivi o prossimi a lasciare la famiglia ospitante) siete pregati di non prendere appuntamento poiché gli sportelli non potranno pianificare il vostro percorso di integrazione.

I colloqui sono individuali o per nucleo familiare e i documenti da portare con sé all’incontro sono:

  • Permesso S;
  • Per le persone a beneficio di prestazioni sociali: estratto dell’ultima decisione erogata dall’Ufficio dei richiedenti l’asilo e dei rifugiati (URAR) che comprova la loro situazione.

Sportelli dedicati all’integrazione

Ogni sportello serve una determinata regione del Canton Ticino.
Le persone, in base al luogo dove vivono, prendono appuntamento presso lo sportello regionale di riferimento.

Regione Mendrisiotto
(a sud del ponte diga di Melide):
Sportello CHIASSO

Corso San Gottardo 34
6830 Chiasso

E-mail: sportelloS(at)Chiasso.ch

Regione Luganese:
Sportello LUGANO

Sportello Associazione il Tragitto
c/o Jazz in Bess
Via Besso 42 a
6900 Lugano

E-mail: sportelloS(at)iltragitto.ch

Regione Sopraceneri:
Sportello BELLINZONA

Palazzo Civico
Piazza Nosetto 5
6500 Bellinzona

E-mail: sportelloS(at)cooperativabaobab.ch

Helpline cantonale
0800 194 194 

Dal lunedì al venerdi
dalle 08:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 17:00
(festivi esclusi)

 

Helpline federale
E-mail: ukraine(at)sem.admin.ch

Centro federale di asilo (CFA)

Via G. Porta, angolo Via Comacini 10
6830 Chiasso

 

Punto di affluenza (PAF)

Via Prati Grandi
6593 Cadenazzo