Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Dipartimento del territorio

11 dicembre 2020

Comunicato stampa

Dipartimento del territorio

11 dicembre 2020

Visita il bosco e partecipa al concorso

Il Dipartimento del territorio, in collaborazione con enti e associazioni attivi sul territorio cantonale, ripropone, anche per i prossimi mesi invernali, i percorsi di scoperta del bosco promossi dalla campagna dell’Ufficio federale dell’ambiente “Diversità forestale” (www.diversità-forestale.ch). Contemporaneamente lancia il concorso “Visita il bosco e vinci!”, collegato ai percorsi presenti nella Svizzera italiana.


Un’ottima occasione, dunque, per visitare incantevoli angoli verdi del nostro territorio, per apprendere curiosità legate agli abitanti del bosco e magari anche per vincere uno dei venti premi messi in palio.

Sembra incredibile, ma in Svizzera sono presenti oltre 120 differenti tipi di bosco, contraddistinti da una particolare composizione delle specie arboree e arbustive e dalla presenza di un caratteristico corredo di specie. Le distinzioni tra questi tipi forestali possono essere legate anche a fattori umani (vedi, ad esempio, le selve castanili o i lariceti pascolati) ma, in ogni caso, dipendono in primo luogo dal variare dei fattori ambientali: luce, calore, tipo di terreno (suolo e sottosuolo), umidità dell’aria, ecc.

Biodiversità significa diversità della vita, che non si limita ai microorganismi e alle specie animali, vegetali e fungine, ma include anche la diversità degli spazi vitali. È sorprendente come le diverse forme di vita, che in un certo senso ci accompagnano, abbiano saputo adattarsi a questa ricca variabilità di ambienti! Non da ultimo, la biodiversità comprende le interazioni tra le diverse specie che “comunicano” tra loro, oppure che si mangiano a vicenda o ancora che si supportano nell’impollinazione e nella distribuzione dei semi.

Tutte le specie sono influenzate dal proprio ambiente, ma nel contempo esercitano a loro volta un’influenza su di esso, trasformandolo.

Affinché i boschi e i loro “abitanti” possano sopravvivere a lungo e adattarsi al mutare delle condizioni ambientali, occorre avere rispetto della sua biodiversità a tutti i livelli. Non a caso, uno dei messaggi della campagna informativa è legato all’emergenza climatica: “I boschi diversificati sono quelli meglio preparati al futuro”. Perché il bosco possa continuare a fornire i “servizi ecosistemici” che gli sono propri, va dunque preservata e valorizzata la diversità di specie e ambienti che lo compongono.

Per scoprire questa ricchezza biologica, da novembre 2020 a marzo 2021, si incontrano una dozzina di sagome di specie legate al bosco - piante, funghi, licheni, insetti, anfibi, uccelli, pipistrelli e altri mammiferi, quali scoiattoli e caprioli - lungo i percorsi nelle seguenti località:

• Ascona (Dipartimento del territorio e Patriziato di Ascona)
• Bellinzona (Dipartimento del territorio e Comune di Bellinzona)
• Bioggio (Dipartimento del territorio e Istituto scolastico comunale di Bioggio)
• Capriasca (l’alberoteca e Museo cantonale di storia naturale)
• Lodano (Centro Natura Vallemaggia e Patriziato di Lodano)
• Monteceneri (federlegno.ch)
• Soazza (Ufficio foreste e pericoli naturali, Regione Grigioni centrale / Moesano)
• San Bernardino (Ufficio foreste e pericoli naturali, Regione Grigioni centrale / Moesano)  

Per le informazioni sui singoli percorsi e sul concorso si veda la pagina Scopri il bosco: culla di biodiversità. Notizie sulle specie illustrate dalle sagome sono invece presentate su diversità-forestale.ch, sito sul quale vi sono anche tutti gli altri percorsi in Svizzera.

Presso il Museo cantonale di storia naturale di Lugano, vi sarà inoltre un richiamo alla campagna nazionale e un invito a visitare i nostri boschi.    



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Dipartimento del territorio

Katia Balemi, Aggiunta Direttore Divisione dell’ambiente, katia.balemi@ti.ch, tel. 091 / 814 28 82

Davide Bettelini, coordinatore del gruppo Biodiversità in bosco, davide.bettelini@ti.ch, tel. 091 / 814 28 45