Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

  

Misure per i casi di rigore

Il 23 dicembre 2020 il Governo ha licenziato il messaggio con la proposta di adesione e di partecipazione del Cantone all’attuazione delle misure a sostegno dei casi di rigore nell’ambito dell’articolo 12 della Legge COVID-19 e della relativa Ordinanza COVID-19 sui casi di rigore (www.covid19.easygov.swiss/casidirigore). Il 12 gennaio 2021 la Commissione della gestione e delle finanze ha firmato il rapporto sul messaggio, che verrà pertanto discusso dal Parlamento nella seduta del 25-27 gennaio 2021. Il relativo decreto legislativo entrerà immediatamente in vigore. Il messaggio che verrà approvato dal parlamento terrà anche conto delle modifiche presentate il 13 gennaio 2021 dall’autorità federale. 

Attraverso questo strumento in Ticino sono a disposizione complessivamente 75.6 milioni per le imprese chiuse su ordine dell’autorità federale per più di 40 giorni a partire dal 1° novembre 2020 e a favore delle aziende attive nei settori maggiormente colpiti dalla pandemia, che hanno registrato una diminuzione della propria cifra d’affari di oltre il 40% rispetto agli anni precedenti.

Settori beneficiari

Oltre alle imprese chiuse su ordine dell’autorità federale per più di 40 giorni a partire dal 1° novembre 2020 possono beneficiare degli aiuti le imprese attive nei seguenti settori:

  • Eventi, baracconisti, manifestazioni e intrattenimento.
  • Palestre, centri sportivi, centri fitness e wellness.
  • Viaggi, trasporti terrestri non regolari.
  • Turismo degli affari.
  • Ristorazione.
  • Piccola e media distribuzione.

Tempistiche

Le richieste da parte delle aziende potranno essere inoltrate in seguito all’adozione da parte del Gran Consiglio del decreto legislativo urgente.