Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Salario minimo cantonale

Il salario minimo cantonale (salario orario minimo lordo per settore economico) ammonta al 55% della mediana salariale nazionale, differenziato per settore economico.
L’appartenenza ad un settore economico è determinata dal codice NOGA, che è attribuito all’azienda dall’Ufficio federale di statistica (UST).

Nel decreto sottostante sono pubblicate le mediane salariali (sulla base della rilevazione della struttura dei salari (RSS) 2018) per singolo settore economico, con il relativo 55% ed il corrispondente livello di salario orario minimo (compreso tra la soglia inferiore e la soglia superiore).
La legge prevede dei termini di attuazione provvisori prima dell’entrata in vigore delle soglie definitive.
L’evoluzione delle soglie inferiori e superiori di salario minimo stabilita dalla legge è la seguente:

  • Fase 1 da attuare entro il 31 dicembre 2021:
    soglia inferiore fr. 19.00 / soglia superiore fr. 19.50
  • Fase 2 da attuare entro il 31 dicembre 2023:
    soglia inferiore fr. 19.50 / soglia superiore fr. 20.00
  • Fase 3 da attuare entro il 31 dicembre 2024:
    soglia inferiore fr. 19.75 / soglia superiore fr. 20.25

Una volta esauriti i termini di attuazione (fase transitoria) previsti dalla legge, il salario minimo cantonale sarà compreso in un intervallo tra fr. 19.75 (soglia inferiore) e fr. 20.25 (soglia superiore).

Se credete di essere confrontati con una situazione di abuso salariale, potete segnalare il caso qui o tramite questo formulario per invio cartaceo.

Contatti

Ufficio per la sorveglianza del mercato del lavoro
Viale Stefano Franscini 17
6501 Bellinzona

tel.   +41 91 814 37 89/97

mail dfe-salario.minimo(at)ti.ch
web www.ti.ch/salario-minimo