Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Victor Gianella (1918-2013)

discendente dei Gianella di Dalpe

Victor Gianella è stato un importante fotografo attivo in Francia, Italia e Svizzera, reduce della deportazione nazista durante gli anni della Seconda guerra mondiale. Nato a Parigi da genitori originari di Dalpe nel 1918, il ticinese studiò nella capitale e ricevette in dono dalla madre la sua prima macchina fotografica. Prestò servizio militare a Nancy alla fine degli anni Trenta; tra il 1943 e il 1945 fu deportato dai nazisti in Austria e in Russia. Alla fine della guerra ritornò a Parigi, ma solo quattro anni più tardi decise di trasferirsi a Brusino Arsizio, in Ticino, dove si dedicò interamente alla fotografia. Nel corso degli anni raggiunse importanti successi in giro per l'Europa, tra cui la pubblicazione del libro "Abstraction" con l'editore Schmid di Zurigo; nel 2007 decise di digitalizzare il proprio archivo fotografico in formato analogico, oggi gestito dai suoi eredi. Gianella morì infatti sei anni più tardi ad Arogno, all'età di 95 anni.

Per saperne di più:

Gianella in una foto d'archivio (© victor-gianella.ch).