Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Gustav Eberlein (1847-1926)

dalla Germania

Nato nel 1847 ad Hannover, Gustav Eberlein fu uno scultore tedesco. Iniziò come orafo, ma già nel 1866 e nel 1870 si era spostato a Norimberga e Berlino per seguire la propria passione artistica mentre tre anni più tardi si trasferì a Roma, dove nel 1902 lascerà un monumento a Goethe nel parco di Villa Borghese. Verso la fine degli anni Ottanta si avvicinò al mondo dell'insegnamento, divenendo membro dell'Accademia di Berlino e professore poco più tardi, nel 1893. In quegli stessi anni il suo stile sfociò nel barocco, complice una lunga serie di monumenti in onore dell'imperatore Guglielmo I di Germania e altre sculture ancora oggi presenti nelle maggiori città tedesche. Trascorse gli ultimi anni di vita lavorando a Minusio; morì nel 1926 a Berlino.

Per saperne di più: