Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Stefan George (1868-1933)

dalla Germania

Poeta di lingua tedesca, Stefan George nacque a Büdesheim (sud-ovest della Germania) nel 1868. Amava viaggiare e abitare in sistemazioni di fortuna, spesso in qualità di ospite di amici e colleghi. Visitò in questo modo diverse città europee tra cui Londra, Berlino, Basilea e Parigi. Tradusse in tedesco alcuni tra i più importanti poeti del canone occidentale (tra cui Baudelaire, D'Annunzio, Dante e Shakespeare) e nel 1892 fondò la rivista culturale "Blätter für die Kunst". All'inizio del 1933, con l'ascesa del nazismo, la sua poetica patriottica fu eletta ideale per motivi di propaganda; in segno di spregio, George rifiutò l'onore e si trasferì a Minusio, dove trascorse gli ultimi mesi della sua vita; qui fu sepolto nel dicembre 1933.

Per saperne di più: