Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Giuseppe Rensi (1871-1941)

dall'Italia

Nato nel 1871 in provincia di Verona, Giuseppe Rensi fu un filosofo e avvocato italiano. Dopo essersi laureato in legge nel 1893 si avvicinò alla causa socialista e si trasferì a Milano, ma in seguito ai moti milanesi del 1898 dovette fuggire in Ticino. Rimase qui per dieci anni e non solo pubblicò l'opera Una Repubblica italiana: il Canton Ticino, ma arrivò a esser eletto come deputato nel Gran Consiglio ticinese nel 1905 dopo esser stato naturalizzato svizzero. Fece ritorno in Italia nel 1908 e iniziò a insegnare a livello universitario - lavoro che lo portò a Ferrara, Firenze, Messina e infine Genova, dove divenne titolare della cattedra di filosofia morale. A causa della sua opposizione al regime fascista, tra la fine degli anni Venti e l'inizio degli anni Trenta fu arrestato e dovette smettere di insegnare, ma continuò a pubblicare testi di varia natura. Rensi morì nel 1941.

Per saperne di più: