Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Luigi Canonica (1764-1844)

di Roveredo (Capriasca)

Nato a Roveredo (Capriasca) nel 1764, Luigi Canonica fu uno degli architetti e urbanisti ticinesi più acclamati in Italia. Si trasferì giovanissimo a Milano e studiò all'Accademia di Belle Arti di Brera dove insegnò a partire dal 1786, all'età di appena 22 anni. Complice l'arrivo dei francesi in Lombardia, fu nominato architetto della prima e della seconda Repubblica Cisalpina, rispettivamente nel 1797 e nel 1801. Fino alla caduta di Napoleone assunse numerosi incarichi pubblici nel capoluogo lombardo tra cui la costruzione dell'Arena Civica che fu inaugurata nel 1807 e la ristrutturazione del Palazzo Reale. Dopodiché rinunciò definitivamente agli appalti e si dedicò alle committenze private ed ecclesiastiche, progettando un buon numero di palazzi, ville e chiese in tutto il nord Italia, senza contare le costruzioni teatrali firmate a Brescia, Mantova, Genova, Sondrio e Milano. Fu questa la città dove il Canonica morì nel 1844, non senza prima aver pianificato un lascito destinato ai giovani di Tesserete e della Capriasca, sua valle natia.

Per saperne di più: