Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Emergenza coronavirus

Sostegno finanziario per imprese e operatori culturali

Di seguito sono elencate le informazioni che riguardano le risorse messe in opera per compensare le ricadute delle misure sanitarie in vigore. La pagina è aggiornata con le nuove disposizioni emanate ed è raggiungibile direttamente tramite il link www.ti.ch/covidcultura.

Il 25 settembre 2020 l'Assemblea Federale ha approvato la nuova Legge Covid-19, che pone le basi per il proseguimento e l'adeguamento delle misure necessarie per far fronte all'epidemia. Il 14 ottobre 2020 il Consiglio federale ha emanato la nuova Ordinanza Covid-19 nell’ambito della cultura, che prevede misure di sostegno alle imprese culturali, agli operatori culturali e alle associazioni culturali amatoriali.

Rimedi giuridici delle decisioni basate sull'ordinanza Covid cultura del 20 marzo 2020

Il 20 marzo 2020 il Consiglio federale ha adottato l’ordinanza COVID cultura, che per sei mesi ha costituito la base giuridica per le misure di sostegno della Confederazione. In considerazione della validità a tempo determinato dell’atto normativo, l’ordinanza non prevedeva alcun rimedio giuridico a cui ricorrere in caso di disaccordo con le decisioni.
Con la sentenza del 24 marzo 2021, il Tribunale federale ha affermato che l’esclusione dei rimedi giuridici non era conforme al diritto. Tutti coloro che hanno inviato una richiesta di aiuti finanziari tra il 21 marzo e il 20 settembre 2020 e hanno ottenuto una decisione negativa o parzialmente negativa (con ricezione di un importo inferiore a quanto richiesto), hanno ora la possibilità di inoltrare ricorso. Gli interessati sono contattati direttamente.

Gli strumenti di sostegno disponibili per i vari richiedenti sono riassunti qui:

Per informazioni generali sul sistema di calcolo e attribuzione, procedure, tempistiche etc. fare riferimento al seguente documento:

Panoramica degli strumenti e delle rispettive procedure nel video esplicativo di Suisseculture Sociale:

Sono considerate imprese culturali le persone giuridiche di diritto privato operanti nei settori delle arti dello spettacolo, del design, del cinema, delle arti visive, della letteratura, della musica e dei musei. Queste possono fare richiesta per indennità per perdita di guadagno o per finanziamenti di progetti di ristrutturazione.

 

Indennità per perdita guadagno

Si prega di osservare i termini di inoltro illustrati nel documento Termini di inoltro al momento della richiesta.

 

Progetti di ristrutturazione
(attenzione: nuovi termini)

Le richieste di contributi a progetti di ristrutturazione possono essere presentate in maniera continuata. Si consiglia di inviarle con anticipo e prima dell'inizio del progetto. L’ultima data possibile per sottoporre una richiesta è il 30 novembre 2021.

In base alle nuove direttive legali gli operatori culturali possono fare richiesta a Suisseculture Sociale per un aiuto d'emergenza.
A partire dal 1° aprile inoltre è stata alzata la soglia sopra alla quale non si ha diritto a tali aiuti; questa ammonta ora a CHF 60 000 e viene innalzata di CHF 20 000 per ogni figlio. 

Con decisione del 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha reintrodotto il diritto di fare richiesta per le indennità per perdita di guadagno da parte degli operatori culturali per il periodo fra il 1 novembre 2020 e il 31 dicembre 2021.Si prega di rispettare i termini di inoltro indicati nella scheda informativa.

Nota bene: la decisione del Consiglio federale del 31 marzo ha spostato la scadenza per il primo periodo: ora i danni insorti tra il 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021 potranno essere denunciati fino al 31 maggio 2021.
Gli operatori culturali possono scegliere se fare domanda d'indennizzo tramite procedura normale o semplificata (per maggiori informazioni fare riferimento alla scheda informativa nel sottocapitolo sussidiarietà). In caso di procedura normale si prega di tralasciare il punto 3 del formulario di richiesta.

Con la decisione del 31 aprile il Consiglio federale ha esteso anche agli operatori culturali con contratti come lavoratori dipendenti a tempo determinato la facoltà di richiedere un’indennità per perdita di guadagno. Condizione necessaria è che abbiano avuto un totale di almeno quattro incarichi temporanei dal 2018 con almeno due diversi datori di lavoro. Il termine per la richiesta per il periodo di danno che va dal primo novembre 2020 al 30 aprile 2021 è il 31 maggio 2021. Gli operatori occasionali possono seguire lo stesso iter degli operatori culturali autonomi e utilizzare il formulario di richiesta relativo (vedi sopra). La perdita finanziaria è calcolata sulla base dell’occupazione temporanea nel settore culturale degli ultimi due anni (2018 e 2019). Si prega quindi di allegare alla richiesta la documentazione relativa (contratti di lavoro etc.) e tralasciare invece il conteggio dei contributi versati come lavoratore indipendente con cassa di compensazione AVS.
Gli operatori culturali con contratti a tempo determinato non possono avvalersi della procedura semplificata.

Le associazioni culturali amatoriali possono fare richiesta per indennità di perdita di guadagno per danni economici legati all'annullamento, al rinvio o alle limitazioni nello svolgimento di manifestazioni. In linea di massima le richieste vanno inoltrate alle rispettive organizzazioni mantello. Per eventi di importanza sovraregionale è possibile richiedere un'indennità al Cantone a condizione che il budget per l'evento sia di almeno 50'000 CHF e che il danno imputabile sia superiore a 10'000 CHF. In questo caso l'associazione potrà seguire lo stesso iter delle imprese e utilizzare la documentazione ad esse relativa (vedi sopra).