Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Emergenza coronavirus

Sostegno finanziario per imprese culturali

Di seguito sono elencate le informazioni che riguardano le risorse messe in opera per compensare le ricadute delle misure sanitarie in vigore. La pagina è aggiornata con le nuove disposizioni emanate ed è raggiungibile direttamente tramite il link www.ti.ch/covidcultura.

Il 25 settembre 2020 l'Assemblea Federale ha approvato la nuova Legge Covid-19, che pone le basi per il proseguimento e l'adeguamento delle misure necessarie per far fronte all'epidemia. Il 14 ottobre 2020 il Consiglio federale ha emanato la nuova Ordinanza Covid-19 nell’ambito della cultura, che prevede misure di sostegno alle imprese culturali, agli operatori culturali e alle associazioni culturali amatoriali.

Gli strumenti di sostegno disponibili per i vari richiedenti sono riassunti qui:

Per informazioni generali sul sistema di calcolo e attribuzione, procedure, tempistiche etc. fare riferimento al seguente documento:

Sono considerate imprese culturali le persone giuridiche di diritto privato operanti nei settori delle arti dello spettacolo, del design, del cinema, delle arti visive, della letteratura, della musica e dei musei. Queste possono fare richiesta per indennità per perdita di guadagno o per finanziamenti di progetti di ristrutturazione.

 

Indennità per perdita guadagno

Si prega di osservare i termini di inoltro illustrati nel documento Termini di inoltro al momento della richiesta.

 

Progetti di ristrutturazione

Le richieste di contributi a progetti di ristrutturazione possono essere presentate in maniera continuata. Si consiglia di inviarle con anticipo e prima dell'inizio del progetto. L’ultima data possibile per sottoporre una richiesta è il 30 settembre 2021.

In base alle nuove direttive legali gli operatori culturali possono fare richiesta a Suisseculture Sociale per un aiuto d'emergenza.

Con decisione del 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha reintrodotto il diritto di fare richiesta per le indennità per perdita di guadagno da parte degli operatori culturali per il periodo fra il 19 dicembre 2020 e il 31 dicembre 2021. Si prega di rispettare i termini di inoltro indicati nella scheda informativa.

Le associazioni culturali amatoriali possono fare richiesta per indennità di perdita di guadagno per danni economici legati all'annullamento, al rinvio o alle limitazioni nello svolgimento di manifestazioni. In linea di massima le richieste vanno inoltrate alle rispettive organizzazioni mantello. Per eventi di importanza sovraregionale è possibile richiedere un'indennità al Cantone a condizione che il budget per l'evento sia di almeno 50.000 CHF e che il danno imputabile sia superiore a 10.000 CHF. In questo caso l'associazione potrà seguire lo stesso iter delle imprese e utilizzare la documentazione ad esse relativa (vedi sopra).

Ultimi aggiornamenti:

Coronavirus: il Consiglio federale inasprisce i provvedimenti e chiude ristoranti e strutture per la cultura, il tempo libero e lo sport (18.12.2020)

Modifica dell'11 dicembre all'Ordinanza sui provvedimenti per combattere l'epidemia di COVID-19 nella situazione particolare (Ordinanza COVID-19 situazione particolare)

 

Documenti di riferimento emanati dalla Confederazione:

Complementi alle FAQ sui provvedimenti: attività corali

  • nel settore non professionale, indipendentemente dall'età dei/delle cantanti, sono vietate sia le prove che le esibizioni. Possono essere tenute solo le prove individuali, nella misura in cui il/la cantante è solo/a;
  • nel settore professionale, indipendentemente dall'età dei/delle cantanti, sono vietate le esibizioni dei cori;
  • nel settore professionale, indipendentemente dall'età dei/delle cantanti, le prove di coro e le esibizioni con cantanti (band+cantante) sono ammesse soltanto se il piano di protezione prevede misure di protezione specifiche e con un massimo di 15 persone presenti. Il settore pre-professionale può essere trattato come quello professionale, ma solo se ha un riconoscimento ufficiale in tal senso.

Pagina di riferimento del Cantone Ticino: www.ti.ch/coronavirus