Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Programma cantonale di promozione dei diritti, di prevenzione della violenza e di protezione di bambini e giovani (0-25 anni), 2021-2024

I bambini sono soggetti di diritto dotati di competenze e la difesa dei loro interessi deve essere al centro di ogni scelta. L’obiettivo del Programma cantonale è promuovere una cultura condivisa dei diritti dei bambini e dei giovani, proteggendoli da ogni forma di maltrattamento e di violenza, favorendo il buon trattamento e prendendo a carico le situazioni critiche.

Come è nato il Programma cantonale?

La “Strategia cantonale di prevenzione della violenza che coinvolge i giovani (0–25 anni) per il periodo 2017–2020” ha avuto il ruolo di apripista per un programma innovativo voluto dal Consiglio di Stato e incentrato sui diritti di bambini e giovani. Il Programma cantonale si svolge sull’arco del periodo 2021–2024.

Quali sono gli obiettivi?

Gli obiettivi del Programma cantonale sono i seguenti:

  • contribuire all’affermazione di tutti i diritti dei bambini e dei giovani sanciti dalla Convenzione ONU sui diritti del fanciullo, in particolare i quattro articoli fondamentali (art. 2 non discriminazione, art. 3 interesse superiore, art. 6 diritto alla vita e allo sviluppo, art. 12 partecipazione);
  • rafforzare la promozione dei diritti consolidando la collaborazione tra le istituzioni pubbliche comunali, cantonali, nazionali e internazionali e con i partner privati presenti sul territorio. 

Chi sono i destinatari?

Il Programma cantonale ha come pubblico di riferimento tutte le persone di età compresa tra gli 0 e i 25 anni e tutti gli adulti che costituiscono la loro rete di riferimento nei seguenti ambiti:

  • Famiglia;
  • Scuola e Formazione;
  • Spazio sociale;
  • Amministrativo-giudiziario;
  • Socio-sanitario;
  • Azioni trasversali.

Chi ha elaborato il Programma cantonale?

Il Programma cantonale è stato elaborato da una Direzione strategica interdipartimentale composta da rappresentanti del Dipartimento della sanità e della socialità, del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, del Dipartimento delle istituzioni e con l’accompagnamento della Magistratura dei minorenni e del Ministero pubblico.

Il coordinamento è assicurato dall'Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (UFaG) del DSS.

Quali sono i progetti in corso o conclusi?

Famiglia

Una famiglia per una famiglia
Associazione L’oRa

Educativa territoriale
Comune di Mendrisio e di Chiasso 

Relazioni serene in famiglia – I capricci dei bambini, come gestirli?
SOS genitori – Associazione Empa-TI

Scuola e formazione

Tutto sotto controllo
Associazione Teatro PAN

GoPeer
Croce Rossa Svizzera

Spazio sociale

Sportinforma.ch (A chi mi rivolgo)
Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani e Ufficio dello sport

Gioca pulito
All Sport Association

Amministrativo Giudiziario

VivaVoce

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI)

Socio sanitario

CoSmo 
Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Minorenni, protezione, inclusione e psichiatria
Organizzazione sociopsichiatrica cantonale

Azioni trasversali

Prima che accada
Fondazione ASPI

Implementazione dell’Intervento precoce per i giovani in situazione di vulnerabilità
Radix Svizzera italiana

The deep NEsT
Associazione The deep NEsT

Inclusione nei progetti OpenSunday
Fondazione IdéeSport

Genitori senza confini
Fondazione ASPI

Amani
Associazione Franca

Chi contattare per sottoporre un progetto? 

L’implementazione delle misure previste dal Programma cantonale è in corso dal 2021 e terminerà la sua fase pilota nel 2024. Gli enti senza scopo di lucro interessati a sottoporre un progetto possono utilizzare l'apposito formulario e contattare l’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (UFaG).

A chi rivolgersi

Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani
Viale Officina 6
6501 Bellinzona

Coordinamento del Programma
tel. +41 91 814 71 53
anna.vidoli@ti.ch

Divisione dell'azione sociale 
e delle famiglie

Per rendere più agevole la lettura dei contenuti del presente portale, i soggetti femminili e maschili sono stati designati con il genere maschile.

Per segnalazioni e domande riguardanti il sito:
dss-infosocialita(at)ti.ch

Viale Officina 6
6501 Bellinzona 

Direzione e segreteria generale
tel. +41 91 814 70 11
dss-dasf(at)ti.ch

Newsletter Infosocialità