Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Fondo familiari curanti (finanziamento progetti)

Nel 2019 è stato istituito un fondo per finanziare progetti e attività che permettano di migliorare la conciliabilità tra assistenza a un familiare e attività lavorativa.

Come è nato il Fondo?

L’evoluzione demografica, la trasformazione dei ruoli familiari tradizionali e le attuali condizioni del mercato del lavoro determinano sfide sempre maggiori per la conciliabilità; il fatto che spesso un familiare curante debba ridurre la propria attività lavorativa oppure rinunciarvi completamente incide sulla sua sicurezza finanziaria attuale e futura.

Per contrastare questa problematica, nell’ambito della Riforma cantonale fiscale e sociale approvata dal Gran Consiglio nel 2017, è stata prevista la creazione di un fondo destinato a migliorare la situazione dei familiari curanti dal punto di vista della conciliabilità. 

Quali obiettivi si perseguono attraverso il Fondo?

I principali obiettivi sono i seguenti: 

  • sostenere il familiare curante affinché sia in grado di conciliare l’assistenza con la propria attività lavorativa/formazione;
  • valorizzare il ruolo del familiare curante, rilevando sia l’importanza della risorsa per la società sia l’accrescimento delle sue competenze; 
  • colmare il deficit informativo rispetto al tema e alle misure di sostegno disponibili, anche attraverso il coordinamento tra gli enti e i servizi attivi in questo ambito;
  • promuovere misure in ambito aziendale, in grado di supportare sia l’azienda sia il collaboratore/familiare curante.

Qual è la definizione di conciliabilità ai sensi dell’utilizzo del Fondo?

In questo contesto per conciliabilità si intende tutto ciò che permette al familiare curante, attraverso il sostegno e la valorizzazione del proprio ruolo, di mantenere il proprio stato di salute bio-psico-sociale e continuare dunque a esercitare un’attività lavorativa e/o seguire una formazione.

Quali sono gli ambiti di azione previsti?

Sono stati individuati quattro principali campi d’azione, all’interno dei quali è possibile sviluppare dei progetti e delle attività con la partecipazione del Fondo: 

  • sostegno nell’attività di assistenza: attività del tempo libero finalizzate allo sgravio, alla gestione delle emergenze e all'accompagnamento psicologico;
  • valorizzazione: sensibilizzazione e formazione di diversi gruppi obiettivo, accrescimento delle competenze dei familiari curanti e valutazione di nuove modalità di riconoscimento;
  • informazione e coordinamento: coordinamento delle attività a sostegno dei familiari curanti e sviluppo di materiale informativo;
  • misure nelle aziende: informazione e sensibilizzazione delle aziende, consulenza all’azienda e/o al collaboratore/familiare curante.

Quali sono le modalità di finanziamento previste dal Fondo?

Il finanziamento viene erogato nella forma del contributo fisso e non può superare il 75% dei costi totali.

Come richiedere un contributo?

Le richieste di contributo possono essere inoltrate alla Divisione dell’azione sociale e delle famiglie, utilizzando l'apposito formulario. 

La richiesta può essere inoltrata anche via e-mail all'indirizzo familiaricuranti@ti.ch.

Divisione dell'azione sociale 
e delle famiglie

Per rendere più agevole la lettura dei contenuti del presente portale, i soggetti femminili e maschili sono stati designati con il genere maschile.

Per segnalazioni e domande riguardanti il sito:
dss-infosocialita(at)ti.ch

Viale Officina 6
6501 Bellinzona 

Direzione e segreteria generale
tel. +41 91 814 70 11
dss-dasf(at)ti.ch

Newsletter Infosocialità