Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Prevenzione incidenti con selvaggina

Sicurezza stradale

Nel mese di agosto 2016 il Dipartimento del territorio (DT), in collaborazione con il Dipartimento delle istituzioni (DI) e la Polizia cantonale (PolCa), ha installato un nuovo sistema di segnaletica attiva in due tratti di strada cantonale nei Comuni di Serravalle e di Claro.

I nuovi dispositivi, in aggiunta alla segnaletica statica d’indicazione del pericolo di attraversamento di selvaggina, consentono di aumentare la soglia di attenzione del conducente relativamente a questo rischio concreto, a beneficio della funzionalità di due passaggi faunistici d’importanza nazionale.

La fauna ha necessità di muoversi attraverso il territorio.

Un aspetto, questo, fondamentale per le strutture delle popolazioni e per la biodiversità.

Un habitat funzionale deve pertanto essere permeabile.

La topografia del territorio e le costruzioni dell’uomo comportano dei passaggi obbligati per la selvaggina.

Tali assi di spostamento talvolta si sovrappongono alle vie di comunicazione, accrescendo il rischio di collisione che, negli ultimi anni, è andato di pari passo con l’incremento numerico accertato di alcune popolazioni faunistiche (in particolare cervi e cinghiali).

Alcuni di questi passaggi sono classificati d’importanza nazionale. In questi specifici casi la problematica degli incidenti può influire negativamente sulla loro funzionalità.

Gli impianti

L’impianto di segnaletica attiva di Claro, dal costo di circa 70’000 franchi (di cui 20'000 finanziati dal Comune di Claro), è stato collocato in zona ex Motel Riviera, in corrispondenza del passaggio faunistico nazionale TI15.

L’impianto di segnaletica attiva di Serravalle, dal costo di circa 55'000 franchi (di cui 10'000 finanziati dal Comune di Serravalle) è stato posizionato in zona Legiüna, in corrispondenza del passaggio faunistico nazionale TI 10.

Negli ultimi dieci anni, in Ticino il numero d’incidenti stradali con animali selvatici è quasi raddoppiato.

Attualmente si contano circa 500 collisioni all’anno fra selvatici e autovetture o motoveicoli.

I due nuovi impianti sono volti ad una sostanziale riduzione del numero d’incidenti con la selvaggina, a favore della sicurezza degli utenti della strada e della fauna.

Nel momento in cui un animale selvatico si avvicina al tratto interessato, il pannello luminoso, dotato di termocamere e sensori di movimento, indica il segnale di pericolo di attraversamento di selvaggina: il conducente è tenuto a non superare i quaranta chilometri orari e a prestare la massima attenzione all’eventuale presenza di animali sulla carreggiata.

Allo stesso tempo, al termine del tratto di strada interessato, un ulteriore pannello luminoso indica la fine del limite di velocità.

Evoluzione

Al fine di verificare l’efficacia di questo sistema è prevista una fase test della durata di almeno un anno.

In caso di esito positivo sarà valutata l’adozione di questo genere di segnaletica su altri tratti della rete stradale cantonale, in funzione dei dati statistici a disposizione.

Si ricorda che questi dispositivi non garantiscono la totale sicurezza degli utenti della strada.

Infatti, un rischio residuo sussiste sempre, indipendentemente dal fatto che l’impianto di segnaletica attiva sia acceso oppure spento.

Pertanto si raccomanda di prestare sempre la massima attenzione.

L'impianto di segnaletica attiva di Claro
L'impianto di segnaletica attiva di Serravalle