Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Genesi della LIT

Cronistoria

  • 1993 > iniziativa parlamentare di Chiara Simoneschi-Cortesi e cofirmatari «Per una legge sull’informazione», accolta dal Gran Consiglio nel 1995, che dà mandato al Consiglio di Stato di elaborare un disegno di legge. Iniziativa - Rapporto - Verbale Gran Consiglio.
  • 2001 > il gruppo di lavoro del Consiglio di Stato presenta l'avamprogetto di Legge sulla pubblicità dei documenti amministrativi e sull’informazione del pubblico; la procedura di consultazione non raccoglie però sufficienti consensi. Avamprogetto.
  • 2007 > l’iniziativa popolare legislativa «Per una legge sulla trasparenza dello Stato» porta alla creazione di un nuovo gruppo di lavoro, che nel 2009 elabora il progetto di Legge sull’informazione e sulla trasparenza dello Stato, che dà riscontro anche all’iniziativa Simoneschi-Cortesi del 1993. Iniziativa - Risultato.
  • 2011 > il 15 marzo il Gran Consiglio adotta la Legge sull'informazione e sulla trasparenza dello Stato (LIT), che però non soddisfa pienamente gli iniziativisti poiché si applica solo ai documenti ufficiali prodotti in futuro ed esclude l’accesso ai verbali degli organi che siedono a porte chiuse (verbale Gran Consiglio). Il 5 settembre il Consiglio di Stato adotta il regolamento d'applicazione della LIT.  L'8 novembre la Legge viene modificata introducendo l’accessibilità di tutti i documenti ufficiali, anche quelli confezionati prima della sua entrata in vigore; a seguito di tale compromesso l'iniziativa viene ritirata. Bollettino ufficiale 39/2012.
  • 2013 > il 1. gennaio entrano in vigore la Legge sull'informazione e sulla trasparenza dello Stato e il relativo regolamento. Legge - Regolamento (versioni in vigore il 1. gennaio 2013) - Legge - Regolamento (versioni in vigore).