Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Contrassegno per disabili

Il contrassegno di parcheggio per persone disabili viene rilasciato dalla Sezione della circolazione, Servizio conducenti. Gli appositi formulari possono essere richiesti a tale servizio.
Al momento dell’utilizzo il contrassegno deve essere apposto in modo ben visibile dietro il parabrezza del veicolo.
L’impiego del contrassegno di parcheggio è autorizzato unicamente nella misura in cui ne usufruisca il disabile medesimo o nel periodo durante il quale egli è trasportato o accompagnato.

Richiesta

Informazioni

Una netta riduzione della capacità di mobilità si manifesta qualora il disabile non possa, durevolmente o per un periodo transitorio di almeno 6 mesi, spostarsi a piedi su una distanza superiore ai 200 metri circa oppure debba ricorrere a mezzi ausiliari speciali.
La compromissione della capacità di mobilità può essere originata dall’apparato locomotorio (impedimento diretto) o dal sistema cardiocircolatorio (impedimento indiretto). La natura di tale riduzione deve essere comprovata da un certificato medico (art. 20a cpv. 5 ONC). L’autorità può inoltre richiedere un preavviso al medico cantonale.

Il contrassegno di parcheggio consente al titolare di parcheggiare, a tempo illimitato, oltre il tempo consentito.

Il contrassegno permette di parcheggiare 3 ore al massimo e nella misura in cui il resto del traffico non sia messo in pericolo o inutilmente ostacolato:

  • 3 ore: in aree con un segnale o una demarcazione indicante il divieto di parcheggio;
  • 2 ore: nelle zone d'incontro, anche al di fuori delle aree contrassegnate dagli appositi segnali o demarcazioni;
  • nelle zone pedonali vale la stessa autorizzazione a condizione che siano consentite eccezioni al divieto d'accesso alla zona.

I divieti di parcheggio conformemente all’art. 19 cpv. 2 e 3 ONC devono essere in ogni caso osservati. Il parcheggio è conseguentemente sempre vietato

  1. dove la fermata non è permessa (art. 18 ONC); 
    • in luoghi senza visibilità, segnatamente in prossimità di curve e dossi;
    • nei passaggi stretti e a lato di un ostacolo sulla carreggiata;
    • nei tratti riservati alla preselezione e accanto alle linee di sicurezza, alle linee longitudinali continue e alle linee doppie, se non resta libero un passaggio largo almeno 3 m;
    • alle intersezioni, come anche prima e dopo le intersezioni a meno di 5 m dalla carreggiata trasversale;
    • sui passaggi pedonali e lateralmente sulla superficie contigua ad essi e, se non vi è una linea vietante l’arresto, a meno di 5 m prima di passaggi pedonali sulla carreggiata e sul marciapiede contiguo;
    • sui passaggi a livello e nei sottopassaggi;
    • davanti a un segnale, se il veicolo potrebbe nasconderlo;
    • alle fermate delle aziende pubbliche di trasporto è vietato fermarsi sul marciapiede contiguo.
  2. sulle strade principali fuori delle località;
  3. sulle strade principali all’interno delle località se non resta più lo spazio per l’incrocio di due autoveicoli;
  4. sulle corsie ciclabili e sulla parte attigua della carreggiata;
  5. a meno di 50 m dai passaggi a livello fuori dalle località e a meno di 20 m all’interno delle stesse;
  6. sui ponti;
  7. davanti agli accessi di edifici o terreni altrui. Sulle strade strette, il parcheggio è permesso su ambedue i lati soltanto se la circolazione di altri veicoli non ne è intralciata.

Le facilitazioni di parcheggio non si applicano nelle zone di parcheggio gestite da privati (per esempio i divieti pronunciati da un giudice, parcheggi sotterranei, aree di parcheggio ecc.).

Le facilitazioni di parcheggio possono essere fatte valere soltanto se nelle immediate vicinanze non sono disponibili parcheggi liberi, privati o pubblici, utilizzabili da tutti senza limiti di tempo, anche se si tratta di posteggi a pagamento. Nell’utilizzo del contrassegno di parcheggio occorre tenere in considerazione le necessità di carico e scarico delle merci.

La validità del contrassegno di parcheggio è limitata. Essa è fissata dal Servizio competente (durata massima 5 anni). Il contrassegno è rinnovabile su richiesta. Per le infermità transitorie è necessario allegare alla richiesta un certificato medico stilato non più di 4 settimane prima. La durata minima dell’autorizzazione è di 6 mesi.

Il contrassegno di parcheggio è valido su tutto il territorio svizzero e nei Paesi che hanno aderito alle raccomandazioni della Conferenza europea dei Ministri dei Trasporti. Il riconoscimento all’estero dei contrassegni di parcheggio delle organizzazioni che trasportano in maniera dimostrabile persone disabili è di competenza dello Stato in questione.

L’impiego abusivo del contrassegno e le infrazioni alle regole sopra elencate possono, a dipendenza della gravità del caso, comportare l’adozione di una multa, di un ammonimento o la revoca del contrassegno. L’autorità di rilascio pronuncia l’ammonimento o la revoca sulla base delle proprie constatazioni o di un rapporto degli organi di controllo. Un nuovo permesso non può di regola essere rilasciato allo stesso titolare prima del termine di un anno.

Nessun costo per il contrassegno.

Contatti


Telefono

Contact center
Tel.+41 91 814 97 00

Lunedi-venerdi
08.00 - 12.00
13.30 - 17.00

Orari sportelli

Servizi immatricolazioni, conducenti e contabilità
07.30 - 16.15

Ufficio giuridico,
servizio navigazione

08.00 - 11.45
13.30 - 16.00

Ufficio tecnico
07.40 - 12.00
13.20 - 17.00

Dove siamo

Sezione della circolazione
Centro ala Monda 8
6528 Camorino