Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Vittima

Quando si parla di violenza domestica ci si riferisce a tutti i membri di una comunione domestica indipendentemente che siano coniugati, divorziati, conviventi in unione domestica registrata.

La nozione di violenza domestica comprende:

  • la violenza contro le donne e gli uomini nei rapporti di coppia e in situazioni di separazione;
  • a violenza contro i bambini e gli adolescenti nella famiglia;
  • la violenza dei figli nei confronti dei genitori;
  • la violenza tra fratelli e sorelle;
  • la violenza nei confronti degli anziani.

Se siete vittime di violenza domestica avete diritto di:

Domandare misure di protezione della personalità

In caso di violenza, minacce o molestie (art. 28b del Codice civile) potete chiedere al Giudice di vietare a un vostro familiare o partner di avvicinarsi a voi o alla vostra abitazione, di intrattenersi in determinati luoghi o di mettersi in contatto con voi per telefono, per iscritto o per via elettronica. Se vivete con l' autore della violenza, potete chiedere al giudice di farlo allontanare per un periodo determinato.

Allontanamento immediato dell'autore di violenza

In caso di crisi, la Polizia può nell'ambito del suo intervento, allontanare immediatamente l'autore della violenza dall'abitazione comune per un periodo di 10 giorni (art. 9a Legge sulla Polizia).

Lasciare il domicilio coniugale

Se il vostro coniuge è violento potete lasciare il domicilio coniugale in ogni momento, per alcuni giorni o definitivamente, anche con i bambini. La legge prevede che il coniuge possa sospendere la vita comune sintanto che la convivenza pone in grave pericolo la sua personalità, la sua sicurezza economica o il bene della famiglia. (art. 274 del Codice civile).

Domandare le misure di protezione dell' unione coniugale

Se continuate a vivere con il coniuge, potete chiedere al Giudice di fissare il contributo finanziario che vi è dovuto per il mantenimento della famiglia. Altre questioni quali l'attribuzione dell'abitazione coniugale e la custodia dei bambini possono anche essere regolate se decidete di vivere separati per un certo periodo.

Le vittime di violenza hanno diritto a protezione e sostegno!

Offerte di sostegno per le vittime di violenza domestica

Associazioni di aiuto e sostegno alle vittime

Le associazioni Armònia e Consultorio delle donne gestiscono:

Casa Armònia e Casa delle donne

Queste associazioni offrono protezione, accoglienza e sostegno in un ambiente protetto, a donne maggiorenni e ai loro figli minorenni che vivono situazioni di grave disagio sociale, di violenza fisica e/o psicologica, all'interno della coppia, della famiglia d'origine e, più raramente, sul posto di lavoro (esempio night club) per un periodo di tempo determinato.

Oltre a un alloggio protetto, le ospiti trovano un luogo accogliente caratterizzato da accettazione ed empatia, dove è possibile trovare un sostegno necessario affinché possano maturare alternative valide alla loro situazione. La presa a carico dell'utenza è assicurata dalle operatrici della struttura che collaborano con i servizi attivi sul territorio.

La legge per l'aiuto alle vittime di reato (LAV) garantisce la copertura integrale dei costi del soggiorno presso le Case protette delle ospiti e dei loro figli per una durata di 35 gioni. 

Qualora la permanenza presso la Casa dovesse prolungarsi oltre i 35 giorni, il costo è parzialmente coperto dalla LAV per un massimo di sei mesi. All'ospite è richiesto un contributo giornaliero di 30.- frs. per l'adulto e di 20 frs.- per il minore, nella misura in cui le sue condizioni finanziarie consentano di farvi fronte.

Il Consultorio Alissa e il Consultorio delle donne

Sono spazi di consulenza aperti a uomini, donne e coppie che incontrano difficoltà nella relazione di coppia o all'interno della famiglia. Chi si rivolge a loro riceve informazioni e sostegno su alcuni campi specifici, con particolare riferimento alle donne, ad esempio in caso di problemi matrimoniali, separazione, divorzio, convivenza, di maltrattamenti in famiglia o di difficoltà specifiche ai nuclei familiari monoparentali.

Il Consultorio Alissa

Vicolo Von Mentlen 1
6500 Bellinzona

Telefono: 091 826 13 75
E-mail: consultorio.alissa(at)bluewin.ch

Il Consultorio è aperto:
Martedì dalle 09:00 alle 13:00
e dalle 13:30 alle 17:30
Venerdì dalle 08:00 alle 12:00

Il Consultorio delle donne

Via Vignola 14
6900 Lugano

Telefono: 091 972 68 68
E-mail: consultorio(at)bluewin.ch


Il Consultorio è aperto:
Martedi-Mercoledì-Giovedì dalle 9.00 alle 18.00
Venerdì dalle 9.00 alle 13.30.

Associazione Armònia

www.associazionearmonia.ch

Associazione Armònia
CP 247
6598 Tenero

picchetto telefonico 24h/24h
Telefono: 0848 33 47 33
E-mail: casa.armonia(at)bluewin.ch

Associazione Consultorio delle donne

www.ccdlugano.wordpress.com

Associazione Consultorio delle donne
Via Vignola 14
6900 Lugano

Telefono: 091 972 68 68
picchetto telefonico 24h/24h
078 624 90 70
E-mail: consultorio(at)bluewin.ch

Divisione della giustizia
Violenza domestica

Piazza Governo 7
6500 Bellinzona

violenzadomestica(at)ti.ch

Coordinatrice 
Chiara Orelli Vassere

Iscrizione newsletter