Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Prestazioni di servizio educativo

Le prestazioni di servizio educativo offrono un accompagnamento educativo individuale e personalizzato alle persone minorenni nel loro contesto famigliare e ambientale. Sostengono al contempo i genitori nella presa in carico quotidiana dei figli e delle figlie e nel mantenimento delle relazioni personali durante lo svolgimento dei diritti di visita protetti. Le prestazioni sono assicurate e sussidiate da parte del Cantone.  

Servizio di accompagnamento educativo (SAE)

Di cosa si occupa il Servizio di accompagnamento educativo (SAE)?

Il SAE è una prestazione di tipo educativo che rientra tra le misure di protezione a favore di minorenni. Il Servizio offre alle famiglie che stanno vivendo una situazione di difficoltà un accompagnamento professionale e personalizzato al loro domicilio. La prestazione di sostegno e accompagnamento educativo consiste nel fornire un supporto e una consulenza ai genitori nello svolgimento della loro funzione educativa e un sostegno diretto ai figli e alle figlie minorenni nel loro sviluppo personale.

Il Sae:

  • sostiene i genitori, i figli e le figlie che vivono delle difficoltà educative e/o relazionali;
  • agevola l’identificazione e la comprensione dei bisogni di ciascuno;
  • riattiva e valorizza le risorse dei genitori, dei figli e delle figlie;
  • accompagna i genitori nello svolgimento della loro funzione parentale;
  • accompagna i figli e le figlie nel loro percorso di sviluppo personale.

Quando e come viene attivato?

Il Servizio viene attivato quando si considera utile o necessario sostenere la famiglia affinché possa attingere alle proprie risorse e svilupparle, consentendo ai minorenni e alle minorenni di crescere in modo armonioso e ai genitori di sentirsi sicuri e sereni nel proprio ruolo genitoriale. In particolare: 

  • in caso di bisogno, la famiglia stessa può attivarsi presso un ente accreditato (vedi elenco al punto seguente) al fine di richiedere il sostegno al SAE.
  • su segnalazione di un ente accreditato e sentita la famiglia, il Servizio concorda con la famiglia la definizione dei tempi, modi e obiettivi dell’intervento nel contesto familiare. 

Chi può richiederne l'attivazione?

Le domande d’intervento possono essere inoltrate alla persona responsabile del SAE dall’Ufficio dell’aiuto e della protezione (UAP) e dai seguenti enti accreditati:

  • Servizi medico-pscologici;
  • Servizi psico-sociali;
  • Servizio educativo minorile;
  • scuole pubbliche (SI, SE, SMe, scuole speciali) attraverso la direzione, l'ispettorato, il Servizio di sostegno pedagogico;
  • Servizio dell’educazione precoce speciale (SEPS);
  • tutori e tutrici, curatori e curatrici in ambito privato;
  • professioniste e professionisti in ambito materno-pediatrico e pedagogico presso i Servizi di assistenza e cura a domicilio;
  • Pro Infirmis, Soccorso Operaio Svizzero, Croce Rossa, Associazione Centro Studi coppia e famiglia, consultori matrimoniali-famigliari. 

Il Servizio può ricevere degli incarichi dalle seguenti autorità:

  • Autorità Regionali di Protezione (ARP);
  • Preture;
  • Magistratura dei minorenni. 

La prestazione di sostegno e di accompagnamento educativo è indirizzata prioritariamente a:

  1. le famiglie con figli e figlie minorenni di età compresa tra 0 e 15 anni (o finché frequentano una scuola dell’obbligo);
  2. nel limite delle risorse disponibili, la prestazione può essere estesa anche a minorenni tra i 16 e i 18 anni. 

Quali prestazioni offre?

Il SAE:

  • concorda gli obiettivi con la famiglia e con l’ente segnalante;
  • collabora attivamente con la famiglia e con i servizi coinvolti;
  • propone incontri settimanali a domicilio, ad orari flessibili, offrendo colloqui, attività, condivisione e organizzazione di momenti della vita quotidiana;
  • organizza attività di gruppo per famiglie, genitori o figli e figlie, a dipendenza delle necessità.

Il Servizio è attivo durante i giorni feriali. Gli orari sono flessibili e si adattano alle esigenze dell'utenza. Quando la sede non è occupata è attiva la segreteria telefonica. 

Annualmente in Ticino vengono sostenute circa 300 famiglie.

A chi spettano le spese?

Le spese sono assunte in gran parte dal Cantone. Alla famiglia viene chiesto un contributo finanziario unico di 50 fr.

Le figure professionali che lavorano presso il Servizio hanno una formazione specifica?

Di regola il Servizio, oltre alla Direzione e al personale amministrativo, è composto da educatori ed educatrici. 

Tutto il personale che si occupa direttamente dell’accompagnamento delle famiglie dispone di una formazione specifica in ambito universitario e ha accesso a una formazione continua.

Il Servizio è sottoposto a una vigilanza cantonale?

Il SAE rientra nel dispositivo di protezione di minorenni riconosciuto e sussidiato dal Cantone. L’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (UFaG) è l'autorità cantonale di riferimento. In generale, l’UFaG si assicura che i diritti delle famiglie, dei minorenni e delle minorenni vengano rispettati e promossi durante il loro accompagnamento. 

Link e approfondimenti

A chi rivolgersi

Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani
Viale Officina 6
6501 Bellinzona

tel. +41 91 814 71 51
fax dss_ufag.fax@ti.ch
dss-ufag@ti.ch

Divisione dell'azione sociale 
e delle famiglie

Per rendere più agevole la lettura dei contenuti del presente portale, i soggetti femminili e maschili sono stati designati con il genere maschile.

Per segnalazioni e domande riguardanti il sito:
dss-infosocialita(at)ti.ch

Viale Officina 6
6501 Bellinzona 

Direzione e segreteria generale
tel. +41 91 814 70 11
dss-dasf(at)ti.ch

Newsletter Infosocialità