Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Raccolta ed eliminazione dei rifiuti d'origine animale

Compiti dell'Ufficio del veterinario cantonale

In base all'OERA all'Ufficio del veterinario cantonale competono i compiti legati all'organizzazione ed al finanziamento della raccolta e dell'eliminazione dei rifiuti di origine animale sul territorio cantonale. Esso vigila affinché i procedimenti per la valorizzazione dei prodotti di origine animale e lo smaltimento delle carcasse avvengano rispettando i disposti dell'OERA.

In base a quest'ultima le carcasse di animali di piccola taglia devono essere consegnate nei centri di raccolta intermedi istituiti regionalmente. Questo obbligo incombe anche alle aziende che macellano oppure trasformano prodotti a base di carne. Le carcasse di animali di grossa taglia (il cui peso supera i 200 kg) sono per contro raccolte da una ditta attrezzata allo scopo su base contrattuale.

Consegna delle carcasse fino al peso di 200 kg

Le carcasse di animali fino al peso di 200 kg (capre, pecore, suini, piccoli animali domestici o selvaggina) devono essere obbligatoriamente consegnate ai centri di raccolta regionali. Il sotterramento delle carcasse è di principio vietato. In casi eccezionali, preavvisati favorevolmente dall'Autorità comunale, è possibile procedere al sotterramento di animali periti in luoghi difficilmente accessibili.

Servizio di raccolta per gli animali di grossa taglia

Le carcasse di animali di grossa taglia, il cui peso eccede i 200 kg, sono ritirate presso il detentore dalla ditta Gianni Ochsner Servizi Pubblici SA di Lamone che utilizza speciali veicoli attrezzati allo scopo. Le carcasse vengono dapprima depositate presso il centro di raccolta cantonale di Giubiasco, per poi essere caricate e trasportate nel Canton San Gallo presso la ditta Tiermehlfabrik AG di Bazenheid per l'incenerimento. Per il ritiro il tariffario in vigore prevede una tassa di CHF 100.00/capo.

Recupero di carcasse sugli alpi o in luoghi discosti non raggiungibili con automezzi

I proprietari di bestiame grosso sono tenuti a stipulare un contratto con la Rega oppure con un'altra ditta di elitrasporto per evacuare gli animali periti in zone difficilmente accessibili con automezzi. La Rega offre ai titolari di una tessera per famiglia la copertura delle spese di recupero. Le richieste di evacuazione devono pervenire alla centrale Rega al n° di tel. 044 654 32 70, la quale si avvale della collaborazione di altre ditte di elitrasporto.

Per maggiori informazioni:

Compiti dei Comuni

Con un decreto esecutivo il Consiglio di Stato ha istituito dei comprensori regionali (ai quali fanno appunto capo i comuni) per la raccolta delle carcasse.
Le questioni organizzative, finanziarie ed amministrative sono regolate in una convenzione stipulata tra i Municipi del comprensorio ed il Comune-sede, sottoposta per l'approvazione al Dipartimento competente. Il servizio di raccolta regionale funziona in modo autonomo.

Ai Comuni incombono le spese per la raccolta delle carcasse di selvaggina o di animali d'ignota proprietà, nonché una quotaparte delle spese per la costruzione, la manutenzione e la gestione dei centri regionali di raccolta. Le spese sono suddivise tra i comuni in modo proporzionale in base al numero di abitanti.
In casi eccezionali i Comuni possono autorizzare il sotterramento di carcasse in luoghi difficilmente accessibili prestando particolare attenzione alle zone di protezione delle acque (vedasi in proposito l'art. 8 cpv 1 lett a) OERA, rispettivamente l'art. 13 cpv 2 LAOERA.
I Comuni hanno il compito di vigilare affinché le carcasse di animali periti in luoghi discosti vengano smaltite in modo inoffensivo. Essi per contro non hanno alcun obbligo di provvedere alla copertura delle spese di recupero del bestiame perito in zone discoste. E' fatta ovviamente eccezione per gli animali di ignota proprietà oppure per la selvaggina.