Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Pianificazione ospedaliera

La revisione della Legge federale sull’assicurazione malattie del 18 marzo 1994 (LAMal) approvata dall’Assemblea Federale il 21 dicembre 2007typo3/#_ftn1, entrata in vigore il 1° gennaio 2009, ha modificato in modo sostanziale le modalità di pianificazione e di finanziamento delle strutture autorizzate ad esercitare ai sensi della LAMal. Gli elementi centrali di tale riforma sono:

  • l’adozione di modalità di finanziamento uniformi delle prestazioni, per tutti gli istituti autorizzati (Cantone min 55%; Assicuratori max 45% della tariffa, oneri di investimento inclusi). Questo significa che non vi è più la distinzione, ai fini del finanziamento pubblico, fra ospedali pubblici e cliniche private, a condizione che queste ultime siano iscritte nell’elenco degli istituti autorizzati;
  • l’introduzione della struttura tariffale uniforme (SwissDRG)typo3/#_ftn2 a contare dal 1° gennaio 2012;
  • la possibilità di farsi curare in tutta la Svizzera;
  • la determinazione di criteri di pianificazione comuni basati sui concetti di qualità ed economicità (artt. 58a-58e OAMal) che rafforzano la concorrenza tra istituti (benchmarking);
  • l'obbligo di una pianificazione per prestazioni per il settore somatico-acuto e/o per capacità per i settori della riabilitazione e della psichiatria, che si concretizza con l'elaborazione di un elenco di istituti cantonali ed extracantonali necessari ad assicurare la copertura del fabbisogno di cure, con l'indicazione dei mandati di prestazione attribuiti;
  • la pianificazione sovra-cantonale per la medicina di punta (MAS).