Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Importazione ed esportazione di cavalli

L'importazione e l'esportazione di equidi (cavalli, pony, asini, muli e bardotti) è regolamentata a livello federale.

Gli animali potranno essere importati/esportati unicamente se correttamente identificati con microchip (equidi nati dopo il 01.01.2011) e/o in possesso di un passaporto per equidi dotato di pagina del segnalamento grafico compilata da un veterinario autorizzato. È inoltre necessario un certificato TRACES rilasciato dall'autorità veterinaria del paese di origine degli animali.

ATTENZIONE: Nel traffico transfrontaliero gli equidi vengono considerati come merci e sottostanno, oltre alla legislazione veterinaria, anche alla legislazione doganale. È pertanto necessario informarsi in anticipo circa le procedure doganali necessarie per il paese di destinazione e il successivo rientro in Svizzera.

Per maggiori informazioni si possono consultare le informazioni della Direzione delle dogane al seguente indirizzo: www.ezv.admin.ch

Importazione

Importare da paesi dell'Unione Europea

Per tutte le informazioni dettagliate ed aggiornate concernenti l'importazione di animali vivi e prodotti animali da paesi dell'Unione Europea si consiglia di consultare la pagina dell'USAV:

Importare da paesi esterni all'Unione Europea

Per tutte le informazioni dettagliate ed aggiornate concernenti l'importazione di animali vivi in Svizzera da altri paesi, si consiglia di consultare la pagina dell'USAV:

 

Esportazione

Esportare in paesi dell'Unione Europea

In generale occorre rispettare le condizioni imposte dal rispettivo paese di destinazione.

  • Imprese di alcune categorie, ad esempio le ditte di trasporto professionali, devono essere autorizzate e menzionate nell'elenco delle aziende svizzere autorizzate.
  • Per l'esportazione è necessario un certificato TRACES, che viene rilasciato dal veterinario ufficiale del Cantone.

Esportare in paesi esterni all'Unione Europea

Le aziende che desiderano esportare devono essere autorizzate (se il paese di destinazione richiede l'autorizzazione). Ogni invio deve inoltre essere accompagnato da certificati ufficiali. L'Ufficio del veterinario cantonale è competente dell'una e l'altra cosa.

Spetta tuttavia all'esportatore informarsi sulle condizioni vigenti per importare il definito animale o prodotto nel paese rispettivo. I certificati richiesti devono essere presentati al nostro ufficio con un preavviso di almeno 7 giorni per valutazione e firma. Se è richiesta l'autenticazione dall'autorità nazionale, l'UVC trasmette i documenti all'USAV.