Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Repertorio delle fonti iconografiche e d’architettura

Il progetto intende pubblicare i cataloghi e valorizzare, avvalendosi del contributo di specialisti del settore, i fondi d'arte e d'architettura custoditi dall'Archivio di Stato, che testimoniano delle attività di artisti, architetti e maestri della regione ticinese, spesso protagonisti nel dare un volto artistico alle maggiori città e a molte regioni d'Europa.

Le monografie della collana Repertorio delle fonti iconografiche e d'architettura sono dedicate ai produttori dei singoli fondi, alla loro opera e al loro significato nel contesto storico e artistico in cui vissero. 

Un nuovo volume della collana

Ornato e architettura nell’Italia neoclassica - Il fondo degli Albertolli di Bedano, secc. XVIII-XIX

La collana editoriale dell’Archivio di Stato dedicata ai fondi archivistici della grande stagione dell’emigrazione artistica dei ticinesi nelle contrade d’Europa si arricchisce di un nuovo volume: quello dedicato alla famiglia Albertolli, mastri costruttori originari di Bedano nella Valle del Vedeggio, specializzati nell’ornamento a stucco di grandi palazzi nobiliari e del potere politico di numerose città d’Italia, e in particolare Milano: qui il più celebre esponente del “clan” familiare, il grande Giocondo Albertolli (1742-1839), apprezzato architetto, ricoprì a lungo il ruolo di professore nell’Accademia di Belle Arti di Brera, orientando il “buon gusto ornamentale” di intere generazioni d’artisti.