Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS)

L'AVS serve a coprire le esigenze esistenziali di base quando, causa vecchiaia o decesso, viene a mancare il reddito proveniente da attività lucrativa. L'AVS versa prestazioni di vecchiaia (rendita di vecchiaia) o per i superstiti (rendite vedovili e per gli orfani).

Informazioni periodiche
valide dal 1° gennaio 2019

Calcolare la rendita AVS

Su cosa si basa il calcolo della rendita ordinaria?

  • sugli anni di contributi
  • sul reddito proveniente da attività lucrativa
  • sugli accrediti per compiti educativi e per compiti assistenziali

Una durata di contribuzione senza lacune comporta una rendita AVS completa. Si parla di durata di contribuzione completa se si possono conteggiare periodi contributivi dal 1° gennaio successivo al compimento del 20° anno di età fino alla data in cui matura il diritto alla rendita.

Chi ha figli riceve accrediti per compiti educativi. Le persone che assistono parenti in linea ascendente o discendente oppure fratelli possono richiedere accrediti per compiti assistenziali.

La base di calcolo è sempre costituita dal RAM, che è ottenuto sommando i salari (comunicati dalle Casse di compensazione che tengono un conto a nome dell'assicurato) rivalutati (per tener conto dell'evoluzione dei prezzi e dei salari) e gli accrediti per compiti educativi e per compiti assistenziali, divisi per il numero di anni di contribuzione. 

Sulla base del reddito annuo medio determinante (RAM) così stabilito e della relativa scala delle rendite viene quindi calcolata la rendita.

A seconda del rapporto tra la somma degli anni di contribuzione rispetto alla propria classe d'età, si applica una diversa scala delle rendite. Le prestazioni sotto forma di rendite aumentano proporzionalmente agli anni di contribuzione.

Le rendite di vecchiaia che sostituiscono una rendita dell'AI sono calcolate fondandosi sugli stessi elementi della rendita d'invalidità, se ne deriva un vantaggio all'assicurato.

A quanto ammontano gli importi delle rendite di vecchiaia?

Gli importi indicati di seguito sono validi dal 1° gennaio 2019.

Importi di rendita ordinaria di vecchiaia - AVS e d'invalidità – AI:

Gli importi si riferiscono alla scala completa di rendita (scala 44) con i relativi importi di Reddito Annuo Medio (RAM).

Importo minimo con RAM da fr. 0 fino a fr. 14'220

Importo con RAM da fr. 85'320

Importo massimo per una coppia di coniugi

1'185 mensili2'370 mensili3'555 mensili

Che cosa fare in caso di lacune contributive?

Le lacune contributive accumulate ad esempio in seguito ad un soggiorno all'estero possono essere compensate con il conteggio dei contributi versati prima del compimento del 21° anno d'età (conteggio degli anni giovanili), con il conteggio dei cosiddetti anni supplementari per lacune precedenti il 1° gennaio 1979 o con il conteggio degli ultimi mesi di contributi prima del pensionamento.

I contributi AVS pagati dopo l’età normale di pensionamento, influenzano l’ammontare della rendita di vecchiaia?

No, infatti in questo caso si tratta di un contributo di solidarietà di beneficiari di rendita all’assicurazione sociale AVS.

Cassa cantonale di compensazione AVS/AI/IPG
Cassa cantonale di compensazione per gli assegni familiari
Cassa cantonale di assicurazione contro la disoccupazione
Ufficio cantonale dell'assicurazione invalidità

Istituto delle assicurazioni sociali
Via Ghiringhelli 15a
6500 Bellinzona

tel. +41 91 821 91 11
ias@ias.ti.ch

Centralino
8:00-11:45 | 13:30 - 17:00

Sportelli
8:45-11:45 | 14:00 - 16:00