Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Adozione

L’adozione è una misura di protezione sussidiaria, utilizzata in Svizzera in situazioni particolari e solo quando il rientro del minore nella sua famiglia è da escludere. La decisione di adozione è irrevocabile e scioglie i vincoli di filiazione anteriori: il figlio adottato acquisisce lo stesso statuto giuridico del figlio biologico. L’adozione internazionale è ammessa quando nessun’altra forma di accoglienza è possibile nel Paese d’origine.

Procedura di adozione

Chi deve dare il consenso all'adozione?

Entrambi i genitori biologici, se conosciuti.

Come diventare famiglia adottiva?

  • La persona o la coppia interessata ad adottare compila il formulario di richiesta per un primo incontro informativo con un operatore sociale del Settore affidamenti famigliari e adozioni ACC/TI dell’Ufficio dell'aiuto e della protezione (UAP). Nel corso del colloquio con l’operatore, si verificano i requisiti necessari per fare domanda di adozione.
  • Dopo il colloquio informativo, se intenzionata a continuare, la persona o la coppia si deve iscrivere ad uno dei corsi preadottivi proposti da formatori con comprovata esperienza nell’ambito. Il certificato di formazione dovrà essere allegato al dossier di candidatura.
  • Se il dossier presentato è completo e risponde ai criteri formali, inizia il percorso di valutazione dell’idoneità all’adozione condotto da un operatore sociale e da uno psicologo o uno psichiatra esterno.
  • Se l’esito è positivo, la persona o la coppia candidata riceve il certificato di idoneità all’adozione, che ha validità di tre anni rinnovabile e indica il profilo del minore e il Paese d’origine stabiliti.
  • Dopo l’ottenimento dell’idoneità, la persona o la coppia candidata prepara il dossier per il Paese d’origine ed entra nella fase di attesa di una proposta di abbinamento, che dura mediamente almeno 3 anni.
  • La proposta di abbinamento viene verificata dal Settore e, se conforme, presentata alla persona o alla coppia candidata all’adozione, che deve a sua volta approvarla.

A chi richiedere la documentazione per preparare il dossier di candidatura?

Al Settore affidamenti famigliari e adozioni ACC/TI dell’UAP.

Come prepararsi all’arrivo di un figlio adottivo ed essere sostenuti nella propria genitorialità adottiva?

Le persone o coppie interessate all’adozione sono tenute a partecipare a dei corsi formativi pre e post adozione (vedi approfondimenti). Il certificato di frequenza del primo corso è da consegnare al momento dell'inoltro della propria candidatura.

Nel corso dell’anno di vigilanza svolta dal Settore affidamenti famigliari e adozioni dell’UAP, l’operatore sostiene la genitorialità adottiva dei neo-genitori e, al bisogno, li indirizza presso terzi. Altre proposte formative di approfondimento sono consultabili sui siti delle associazioni “Il Ponte”,“Mani per l’infanzia” e “Spazioadozione”.

È possibile candidarsi per un’adozione nazionale?

Sì, tenendo conto che le probabilità di abbinamento tramite adozione nazionale sono esigue. È altresì possibile candidarsi contemporaneamente per un’adozione nazionale e internazionale.

Come candidarsi per l’adozione del figliastro?

L’adozione del figliastro è possibile solo a partire dai tre anni di coabitazione della coppia e dopo un anno di accudimento del minore da parte del coniuge.

  • La persona interessata ad adottare il figlio del coniuge, del partner registrato o del convivente di fatto, si rivolge all’Ufficio dello stato civile, che, dopo la verifica delle condizioni formali, trasmette al Settore affidamenti famigliari e adozioni ACC/TI dell’UAP la richiesta.
  • Il Settore richiede all’interessato di allestire il dossier di candidatura.
  • Se il dossier presentato è completo, inizia il percorso di valutazione dell’idoneità all’adozione condotto da un operatore sociale e da uno psicologo o psichiatra esterno. L’iter valutativo comprende l’audizione del minore da adottare ed è ritenuto il parere degli altri figli.
  • Il rapporto è trasmesso all’Ufficio dello stato civile, competente per pronunciare l’adozione.

Novità e informazioni periodiche

Il programma di formazione viene aggiornato ogni anno. 

A chi rivolgersi

Settore affidamenti famigliari e adozioni (ACC / TI) - Adozioni
Via Giringhelli 19
6500 Bellinzona

tel. +41 91 814 75 41
dss-uap.affidi.adozioni@ti.ch

Divisione dell'azione sociale 
e delle famiglie

Per rendere più agevole la lettura dei contenuti del presente portale, i soggetti femminili e maschili sono stati designati con il genere maschile.

Viale Officina 6
6501 Bellinzona 

Direzione e segreteria generale
tel. +41 91 814 70 11
dss-dasf(at)ti.ch

Newsletter infofamiglie