Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Sàmara - Il patrimonio culturale del Cantone Ticino

L’idea di sviluppare un portale unico per accedere al patrimonio custodito dalla filiera culturale nasce dalla constatazione che l’utente, oggi, è confrontato con una disgregazione che rende le ricerche difficili e inefficaci. Quello su internet è un interessantissimo patrimonio disperso.

Conformemente al mandato ricevuto dal Consiglio di Stato, il Sistema per la valorizzazione del patrimonio culturale (SVPC) si adopera per promuovere uno strumento che facilita l’accesso ai patrimoni custoditi dalla filiera culturale.

Il portale culturale del Cantone Ticino è un'iniziativa volta alla diffusione della cultura. Per questo, nella ricerca di un nome o di un simbolo, ci si è ispirati all’editore Larousse che ha adottato il soffione per il proprio marchio, accompagnato dallo slogan Je sème à tout vent.

Il frutto volante scelto quale simbolo per questo progetto, in quanto tipico del territorio, è la sàmara dell'acero. L’adozione di questo nome fornisce delle chiare indicazioni sulla volontà di trasmettere un’immagine più dinamica del settore, evitando formulazioni istituzionali o acronimi ermetici.

Sul corto termine, il progetto sàmara rappresenta un primo passo verso la messa in rete tecnica e istituzionale che permette l’attivazione di un punto d’accesso unico alle fonti d’informazione. Questa valorizzazione degli archivi rappresenta un asse di sviluppo prioritario a livello scientifico, patrimoniale, culturale e accademico.

Sul lungo termine, si dovranno sostenere i processi di convergenza dei flussi informativi provenienti dalla filiera culturale e scientifica. Oggi siamo nelle fasi preliminari di una dinamica che permetterà di rendere meno nette le frontiere tra le discipline e le tipologie d’archivi, permettendo così di realizzare un sistema informativo territoriale basato sulla cooperazione dei vari attori implicati.