Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Pianificazione trasporto solido

Risanamento del bilancio in materiale solido di fondo

Il materiale detritico trasportato sul letto del fiume, cioè sedimenti, ghiaia, ciottoli, sassi, ecc., chiamato anche trasporto solido o materiale solido, adempie diverse funzioni fondamentali per la natura, quali:

  • substrato per la fauna ittica, la diversità e la strutturazione del fondo;
  • protezione contro le piene, compensando le erosioni dell'alveo;
  • disponibilità di acque sotterranee, grazie alla funzione di filtro verso gli acquiferi.

La legge sulla protezione delle acque (LPAc) prevede che gli impianti non possono modificare il bilancio del materiale solido al punto tale da pregiudicare sensibilmente la fauna e la flora indigene. Per impianti si intendono tutte le costruzioni e le misure di esercizio che influenzano i corsi d'acqua.

I Cantoni devono identificare i pregiudizi arrecati ai loro corsi d'acqua, designare gli impianti responsabili e pianificare misure di risanamento proporzionali. L'obiettivo è di ricreare strutture morfologiche tipiche dello stato naturale e ripristinare le funzionalità ecologiche mantenendo la sicurezza idraulica.

Stato dei lavori e rapporto finale

Negli ultimi anni il Cantone Ticino ha provveduto a identificare e analizzare le tratte target e il loro possibile grado di pregiudizio. Sul territorio ticinese sono state identificate 479 installazioni potenzialmente in grado di alterare il trasporto solido, di cui 203 installazioni idroelettriche (opere di presa, laghi naturali con sbarramento, bacini spurgabili, ecc.) e 276 camere di ritenuta del materiale. 200 installazioni idroelettriche lasciano transitare verso valle il materiale oppure non influenzano il trasporto solido in modo rilevante.

I gestori di 3 installazioni idroelettriche dovranno procedere con gli accertamenti necessari per risanare il trasporto solido. Il Cantone, insieme a Comuni e Consorzi, valuterà il risanamento di ca. 80 camere di ritenuta e 2 siti di estrazione di materiale (dove gli interventi servono a garantire la sicurezza idraulica), e provvederanno al loro risanamento se le condizioni di sicurezza e proporzionalità saranno garantite.

Il rapporto definitivo della pianificazione cantonale sul Risanamento del bilancio in materiale solido di fondo è in corso di elaborazione e verrà pubblicato nel 2022.