Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Congedo per l'estero

In base all'art. 16 dell'Ordinanza sui controlli militari (OCoM) del 10.12.2004 i cittadini assoggettati all'obbligo di notificazione che vogliono recarsi all'estero per più di 12 mesi ininterrotti e si annunciano civilmente partenti per l'estero, devono chiedere un congedo militare per l'estero.
Dal 1.1.2010 è in vigore l'art. 21bis dell'OCoM che consente di ottenere un congedo per l'estero anche alle persone soggette all'obbligo di notificazione che, pur essendo notificate in Svizzera conformemente alle disposizioni di diritto civile, hanno il luogo di lavoro effettivo all'estero presso un datore di lavoro senza sede in Svizzera e al cui contratto di lavoro non è applicabile alcuna regolamentazione perlomeno equivalente a quanto disposto agli articoli 324a e 324b del Codice delle obbligazioni in materia di continuazione del pagamento dello stipendio in caso di adempimento di obblighi legali. Alla richiesta deve essere allegata una copia del contratto di lavoro.

La domanda (per i militi domiciliati in Ticino) deve essere presentata all'Ufficio degli affari militari di Bellinzona utilizzando l'apposito modulo ottenibile presso il responsabile militare del proprio comune di domicilio o scaricabile da questa pagina. Alla richiesta devono essere allegati il libretto di servizio e una copia dei giustificativi comprovanti l'espatrio (visto, biglietto di viaggio, autorizzazione di lavoro, ecc.).

I militi domiciliati in Ticino che ottengono il congedo per l'estero devono:

  • consegnare l'equipaggiamento militare presso il Centro della logistica del Monte Ceneri;
  • notificare la partenza per l'estero conformemente alle disposizioni di diritto civile entro un mese dalla concessione del congedo; in caso contrario l'autorizzazione di congedo è annullata. Il richiedente deve informarne il comando di circondario.

Non ottengono un congedo per l'estero:

  • I cittadini assoggettati alle notificazioni che si recano all'estero per un periodo inferiore ad un anno. Essi devono presentare una richiesta di dispensa dagli obblighi militari che dovrebbero effettuare durante la loro assenza all'estero. Alla richiesta devono essere allegati i documenti comprovanti la loro assenza dalla Svizzera. Le autorità militari sono tenute in questi casi a concedere la dispensa dai servizi previsti;
  • i cittadini assoggettati alle notificazioni contro i quali è ordinata un'inchiesta penale militare o che non hanno ancora espiato una pena incondizionata pronunciata in virtù del Codice penale militare;
  • gli assoggettati agli obblighi militari che, in quanto frontalieri, sono domiciliati all'estero e lavorano in Svizzera o in aziende federali situate in località estere di confine;
  • i militi che sono in possesso di un ordine di marcia al momento della presentazione della domanda di congedo per l'estero. Essi ottengono il congedo soltanto dopo aver prestato detto servizio.

Il libretto di servizio dei militi che beneficiano di un congedo militare per l'estero resta depositato presso l'Ufficio degli affari militari di Bellinzona per tutta la durata del congedo.

Al rientro in Svizzera il milite deve notificare immediatamente il suo arrivo al responsabile militare del comune di domicilio. Al responsabile militare deve essere comunicata immediatamente pure un'eventuale rinuncia al congedo o il posticipo della partenza.

Moduli / Formulari

Come fare per?