Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Alla ricerca del dialetto perduto

A partire dal mese di marzo fino al mese di giugno ha avuto luogo la seconda serie di questa fortunata trasmissione, sempre in collaborazione con la Rete Tre della RSI e con il sostegno del Percento culturale Migros Ticino.

Lo spostamento dell'emissione dal sabato mattina al giovedi alle 13.00 ha permesso di raggiungere anche un pubblico diverso, mantenendo il clima di partecipazione e di interesse che aveva contraddistinto la prima edizione.

VSI, fascicolo 78

Nel corso del mese di maggio è stato dato alle stampe il fascicolo 78 del Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana che comprende le voci da cornagia a cosséta.

Corsi estivi 2011

Il Centro di dialettologia e di etnografia organizza, per il quattordicesimo anno consecutivo, i Corsi estivi di dialettologia e di linguistica storica. I corsi si terranno dal 29 agosto al 8 settembre 2011 a Bellinzona.

17.04.2011 - Giornata mondiale del libro

Il 17 aprile 2011, giornata mondiale del libro, verranno proposte su tutto il territorio della Svizzera italiana diverse manifestazioni. A Bellinzona gli istituti culturali di Palazzo Franscini proporranno il programma "Passioni".

Per l’occasione il Centro di dialettologia e di etnografia (CDE) organizzerà nel corso della giornata delle visite guidate che permetteranno di apprezzare di persona le strutture a disposizione di ricercatori, studiosi o semplici appassionati delle tematiche dialettologiche ed etnografiche. Nel cortile interno del palazzo saranno allestite delle bancarelle dove sarà possibile acquistare a prezzi vantaggiosi le pubblicazioni del Centro e diversi libri usati che riguardano la realtà della Svizzera italiana.

20.01.2011 - Le voci: Cuore

È stato pubblicato Cuore, il quattordicesimo volumetto della collana "Le voci", presentato giovedì 20 gennaio 2011 nell'antico monastero di Monte Carasso.

Progetto UNESCO sulle tradizioni locali

È in corso d'allestimento la "Lista delle tradizioni viventi in Svizzera" promossa dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale a cui il Centro è stato chiamato a partecipare per la parte relativa al canton Ticino.